Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Novara-Genoa: le nostre pagelle

Sofferenza pazzesca. Il Novara è in salute e il Genoa no. Il calendario non è impervio con squadre quasi tutte tranquille. Ma il Lecce ha ripreso a correre.

Frey 6 – ritorna sui suoi standard, insomma per segnargli devi abbatterlo. Ci pensa Kaladze a buttarlo giù e Mascara prende l’angolino. Diroccato.

Modesto 5,5 – bada soprattutto alla fase difensiva, Rigoni e compagni infieriscono. Maltrattato.

Moretti 6 – mai banale, se il Novara per lunghi tratti del match c gira dall’altra parte qualcosa significa. Poi l’entrata di Rubino lo mette in difficoltà, esce zoppicante. Dignitoso. Dal 81’ Bovo sv – quando entra il Novara gioca soprattutto buttando la palla in mezzo all’area. Anonimo.

Kaladze 5 – soffre tanto e da tutti i punti di vista: palle alte, uno contro uno, velocità. Tampona Frey sul gol del pareggio. Carrozziere.

Granqvist 5 – altra consistenza rispetto al felpato Carvalho, ma la ruggine dell’assenza si vede tutta, fino a quando perde un pallone che avrebbe portato Jeda a tu per tu con Frey ma l’arbitro vede un fallo. Graziato.

Rossi 6 – mette un’unghia sul gol, poi sembra giocare più come quinto della linea difensiva che quarto di centrocampo. Rinculato.

Sculli 6 – si danna, non perde un contrasto, ha pochi spazi per incidere. Assalente. Jankovic 5,5 – si presenta con un pezzo non strettamente legato al suo profilo, diagonale veloce e stretta e scivolata salva vita. Le poche volte che il Genoa attacca riesce a trovare la giocata pericolosa. Vigoroso.

Veloso 4,5 –prevedibile con passaggi quasi sempre laterali, poco pressato non riesce mai a incidere. I rimproveri presidenziali non lo scuotono. Stagista. Dal 82’ Kucka sv – entra e si becca il giallo che gli costerà la partita contro il Cesena. Hitchcockiano.

Biondini 6,5 – non che faccia sfracelli, ma in confronti a Veloso sembra andare a velocità tripla. Non toglie mai la gamba e ara tutto quello che gli capita attorno. Fa espellere Caracciolo, che è un po’ una specie di redde rationem. Giustiziere.

Gilardino 5 – un paio di falli in attacco, si becca i fischi dal pubblico e un’ammonizione ingiusta dall’arbitro. Nel secondo tempo se ne sta nella metà campo avversaria aspettando palloni che non arrivano mai. Ryan.

Palacio 7 – svaria ovunque, da lui scaturisce il gol del vantaggio. Nel fortino fa praticamente il mediano, dopo il pareggio prende una traversa e rimane una spanna sopra gli altri. Provvidenziale.

Malesani 5,5 – non ci si aspettava la bacchetta magica, forse neppure un clima terrorizzato da fortino sotto assedio. Difensivo.