Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Milan-Genoa, rientra Kucka: #ioinserieBnoncivoglioandare il grido via twitter

Più informazioni su

Genova. Dopo il pareggio con il Cesena, in casa Genoa non si respira un’aria serena e i tifosi lo avevano già ampiamente dimostrato con la forte contestazione seguita alla partita di mercoledì sera. Ieri, alla ripresa degli allenamenti, chiusi al pubblico e presidiati dalle forze dell’ordine, facce assonnate e nessun sorriso.

La squadra si è subito messa al lavoro per preparare la proibitiva trasferta contro il Milan, ma è nato lo sconforto, soprattutto dopo l’osservazione degli ultimi 15′ della gara contro il Cesena: nessuna reazione al gol di Mutu, niente assalto finale al fortino cesenate. Le gambe non tenevano, la testa neppure. Malesani, tornato a Pegli dopo l’esonero di dicembre giusto per la gara di Novara, sembra spaesato.

Unico ad uscire tra gli applausi è stato Sebastien Frey che si è scusato con il pubblico allargando le braccia in segno di resa. Restano però sei gare e, dopo la sfida con il Milan, un calendario non impossibile attende il Genoa (Siena, Cagliari e Palermo in casa, Bologna e Udinese fuori).

Nessuna intenzione di arrendersi, dunque. Almeno questo è il messaggio lanciato dal tecnico negli spogliatoi: “la cosa peggiore ora sarebbe essere negativi, io ho ancora fiducia in questa squadra” ha detto Malesani. Per poi annunciare forze fresche per la gara con i rossoneri. Perché i titolari sembrano un po’ “bolliti”.

Comunque quella contro il Milan non sarà certamente una sfida facile. Tre rientri per i rossoneri. Allegri ritrova Antonini, Mesbah e Van Bommel, che tornerà al suo posto di mediano davanti alla difesa. E’ in dubbio invece Abbiati, che a Verona ha giocato con un piede malconcio: il portiere potrebbe stringere i denti, altrimenti è pronto Amelia. Da Pato a Thiago Silva, la lista degli indisponibili è comunque lunga e preoccupa in particolare Boateng, alle prese con un’infiammazione che potrebbe rivelarsi una pubalgia. Salvo sorprese, sarà Robinho ad affiancare Ibrahimovic in attacco, con Cassano che partirà di nuovo dalla panchina.

In casa Genoa, invece, buone notizie per Antonelli e Constant: il primo è rientrato in gruppo e il secondo ha lavorato parzialmente con la squadra. Non sono però pronti per il Milan, più verosimile un loro impiego per la gara successiva contro il Siena. Contro i rossoneri non ci sarà lo squalificato Moretti mentre scontato il turno di stop torna a disposizione Kucka. Da valutare Belluschi, e Kaladze sostituito ieri per una tendinite.

Intanto su twitter un un flebile grido è stato lanciato da parte dei tifosi #ioinserieBnoncivoglioandare, questa l’hashtag creata per scacciare la paura della retrocessione da Elisa Polverini (@stewiepulvaz) e subito retweettata da numerosi tifosi genoani.