Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Liguria, arrivano i treni per i pendolari, Vesco: “Finalmente Trenitalia batte un colpo, positivo sblocco della gara”

Regione.Arrivano alle Regioni i primi nuovi treni per i pendolari commissionati a fine 2009 e, contemporaneamente, parte un ulteriore ingente investimento di FS Italiane in altri nuovi convogli: 1.250 milioni di euro.

A giorni, infatti, sarà definito il termine di presentazione delle offerte per altre due gare lanciate da Trenitalia e finalizzate all’acquisto di 130 convogli elettrici e diesel, con un’opzione per altri 60, destinati al trasporto locale e metropolitano.

E le 350 nuove carrozze tipo Vivalto, entrate ormai in produzione nelle officine di AnsaldoBreda, che nel dicembre del 2009 si aggiudicò la commessa, iniziano a essere consegnate in Toscana, Lazio, Liguria e poi in Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Veneto e Lombardia (Trenord). Tutte Regioni che avevano contrattualizzato con Trenitalia, e sostenuto finanziariamente, il potenziamento e ammodernamento della flotta regionale.

“Finalmente Trenitalia batte un colpo, dopo ingenti investimenti sull’alta velocità l’azienda si ricorda dei pendolari e dà il via alla gara per nuovi treni”. Lo ha detto l’assessore ai trasporti della Regione Liguria Enrico Vesco quest’oggi a Roma a margine della consegna alle Regioni, tra cui la Liguria, dei nuovi treni Vivalto.

”Si tratta – ha sottolineato Vesco – di una notizia positiva perché consentirà all’azienda Bombardier di Vado Ligure di poter concorrere per la loro realizzazione, evitando il rischio di una pesante contrazione di lavoro”.

“L’importanza di questa azienda per la Liguria e per il territorio nazionale – ha continuato l’assessore ai trasporti – è stata testimoniata anche dai numerosi elogi per la produzione dei locomotori 464 che conducono i treni regionali”.

“L’augurio dunque – ha concluso Vesco – è che l’azienda di Vado Ligure possa competere per aggiudicarsi la commessa in grado di dare lavoro per molti anni”.