Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Sampdoria subito al lavoro in vista della trasferta di Crotone

Bogliasco. Sette risultati consecutivi, una squadra che ormai ha trovato un assetto, ha scelto i suoi interpreti con ormai 7 giocatori su 11 inamovibili (Romero, Gastaldello, Rossini, Munari, Obiang, Renan ed Eder), un allenatore che non ha mai perso la calma, la tenacia.

La Sampdoria in una stagione è riuscita in una doppia impresa: la prima negativa, la seconda positiva. Quella negativa è stata quella di andare poco oltre la metà classifica con una rosa che per molti componenti la stagione scorsa si era giocata la Champions.

L’impresa positiva è stata quella di rimettersi nei binari in pochi mesi facendo una rivoluzione a gennaio. Beppe Iachini dopo la vittoria contro il Cittadella ha cercato di tenere serena una squadra che sembrava caricata a molla (in settimana scelse anche di eliminare una seduta di allenamento pomeridiana).

Adesso Iachini invece sa, soprattutto dopo il secondo tempo di ieri in cui la squadra ha potuto speculare sul risultato del primo tempo, che bisogna di nuovo tirare la corda. La trasferta a Crotone è molto insidiosa e ora è decisivo imprimere la svolta al campionato.

Non è un caso che oggi la squadra si sia già ritrovata al Mugnaini, in vista dell’anticipo di venerdì sera. Nel pomeriggio di domani, invece, dopo la seduta mattutina, i giocatori faranno visita ai bambini ricoverati al Gaslini, a cui porteranno le uova di Pasqua.

La seduta di questa mattina si regolata sullo scarico per chi ha giocato ieri, mentre gli altri componenti della rosa hanno dovuto sudare un po’ di più.

C’era curiosità per le condizioni di Pasquale Foggia che si è sottoposto ad un controllo ecografico che ha escluso lesioni muscolari ed ha evidenziato un’infiammazione inguinale. Anche Marco Padalino non ha preso parte agli allenamenti.