Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Inter-Genoa, Preziosi se la prende un po’ con tutti: da Veloso a Moratti

Più informazioni su

Milano. Un Enrico Preziosi più tranchant che teso, dopo la sconfitta del Genoa contro l’Inter: “Con i tifosi mi sono scusato fino alla noia, devono stare tranquilli, noi faremo più di 40 punti”.

Analizza la partita con freddezza: “Quando ci siamo messi a giocare la partita abbiamo fatto male, abbiamo regalato un primo tempo ed è assurdo. Quando abbiamo alzato i ritmi sono andati in difficoltà – poi prosegue – io credo ci sia stato un problema a centrocampo, con giocatori che si mettono a fare il sombrero e perdono la palla e vuol dire che non hanno capito nulla del calcio italiano”.

L’obiettivo della battuta è ovviamente Veloso, su cui va giù pesante: “Valutando la prestazione di oggi è logico che un po’ mi pento di non averlo ceduto, ma magari stare un po’ fermo gli gioverà, comunque su Veloso è anche colpa nostra, quando cambi impostazione e allenatore, ci sono squadre che hanno dato continuità di risultati, noi avevamo altri obiettivi e ci siamo scoraggiati e siamo andati in difficoltà, Veloso resta un grande giocatore ma deve capire che in Italia il gioco è veloce”.

Poi non manca di fare una battuta anche sull’Inter: “Non si può fare 4 gol a San Siro e non vincere, a me non è piaciuta per niente l’Inter, se io fossi in Moratti sarei arrabbiato non so cosa avessi così da esultare – per concludere –, ho visto una brutta Inter, il primo tempo è stata buona forse perché noi abbiamo giocato sui loro ritmi”.