Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Inchiesta Enpam: indagato il presidente Eolo Parodi per truffa aggravata, perquisizioni anche a Genova

Più informazioni su

Roma. Eolo Parodi, ex parlamentare europeo e deputato ligure di Forza Italia nella legislatura 2001-2006, attuale presidente dell’Enpam, l’ente Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri, è indagato per truffa aggravata dalla Procura di Roma insieme ad altre tre persone, l’ex consigliere esperto Maurizio Dallocchio, l’ex direttore generale Leonardo Zongoli e l’ex responsabile del servizio gestione investimenti finanziari dell’Enpam, Roberto Roset.

L’inchiesta sull’Enpam, avviata nella primavera scorsa, riguarderebbe perdite per circa 500 milioni di euro legate ad investimenti in prodotti derivati (titoli contenenti ampi margini di rischio). Secondo gli inquirenti alcuni di questi titoli hanno perduto gran parte del loro originario valore, anche sino all’80%, con perdite potenziali di appunto circa 500 milioni di euro. La Guardia di Finanza ha effettuato 47 perquisizioni nelle province di Milano, Roma, Genova, Firenze, Ferrara e Frosinone.

A dare l’avvio alle indagini è stato un esposto presentato da componenti attuali, ed ex, del consiglio di amministrazione Enpam e dai presidenti degli Ordini dei medici di Catania, Ferrara, Bologna e Latina, per chiedere chiarimenti di accertare entità e responsabilità nella gestione del patrimonio dell’ente con riferimento ad alcuni investimenti immobiliari in strumenti finanziari derivati.

Secondo l’accusa i quattro indagati hanno “omesso di segnalare ai componenti del consiglio di amministrazione della fondazione caratteristiche relative alle note strutturate acquistate dalla fondazione ed anzi assicurando loro il rispetto dei criteri di investimento stabiliti dal consiglio di amministrazione della fondazione medesima in ossequio a quanto stabilito dallo statuto dell’ente e alle prescrizioni impartite dagli organi di vigilanza e controllo”.