Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Imprese alluvionate, Burlando scrive a Monti: “Moratoria fiscale non ancora attiva, una vergogna”

Più informazioni su

Regione. “Caro Presidente le devo segnalare che gli atti amministrativi per dare attuazione alla moratoria fiscale e previdenziale per le imprese colpite dalle alluvioni dello scorso autunno non sono stati ancora emanati”.

Inizia così la lettera che il presidente della Regione, Claudio Burlando, ha inviato oggi al presidente del Consiglio Mario Monti in merito all’annunciata moratoria fiscale che avrebbe dovuto essere applicata alle imprese alluvionate.

Il Governatore avverte che questo stallo sta creando “drammatiche difficoltà per centinaia di aziende colpite non solo per il carico di spese, ma anche perché le imprese artigiane non possono ottenere il Durc e quindi non ricevono i pagamenti da parte della pubblica amministrazione”.

“Abbiamo a suo tempo fornito un elenco completo delle aziende coinvolte così come richiesto dal Ministero per predisporre una adeguata copertura – scrive Burlando – E’ peraltro mia personale opinione che la copertura finanziaria prevista dal Parlamento sia sufficiente per coprire le esigenze sia delle imprese ligure sia nelle altre regioni”.

Infine l’appello: “Le chiedo quindi di intervenire con la massima urgenza: parliamo di un evento verificatosi nell’ottobre scorso, la moratoria è prevista fino a luglio, siamo quasi alla fine di aprile e mi sembra francamente una vergogna che questo provvedimento non sia ancora operativo”.

E ancora un riferimento al clima di generale sfiducia verso la politica: “Mi permetto di osservare, per concludere, che questa è una di quelle vicende sulle quali si può costruire o al contrario spezzare il filo di rapporto di fiducia tra i cittadini e coloro che si sono assunti la responsabilità del governo”.