Sport

Il pasticcio Genoa-Cagliari sembra avere una fine: si gioca di sera a Brescia

Genova. La partita cruciale contro il Cagliari, il Genoa la giocherà a Brescia, alle 20.45 di sera, in contemporanea con il big match Juventus-Lecce. Arbitrerà il fischietto di Paolo Silvio Mazzoleni.

Dopo cambi e smentite è arrivata la notizia. Inizialmente doveva essere disputata in serale al Ferraris a porte chiuse (a causa dei disordini scoppiati durante Genoa-Siena), poi per motivi di sicurezza il prefetto Musolino ne aveva deciso lo spostamento alle 15, che aveva scontentato entrambe le società.

Piccato il Cagliari che con una comunicazione ufficiale diceva “di non aver ricevuto nessuna indicazione da parte della Lega Calcio per l’anticipo della gara di mercoledì contro il Genoa fissata per le ore 20.45. La trasferta peraltro è stata programmata per quell’orario e pertanto risulta pressochè impossibile poterla modificare in un così breve lasso di tempo”. E infatti sul sito della società sarda campeggia ancora in homepage “Mazzoleni dirige al Ferraris”.

Da qui il pressing. In accordo con il Cagliari, il Genoa ha chiesto e ottenuto dalla Lega di poter giocare alle 20:45, in contemporanea con la partita del Lecce (impegnata a Torino con la Juventus).

Anche se l’imperativo resta comunque “vincere”, la maggior parte dei tifosi sembra perplessa. “Se sempre a porte chiuse perchè così deciso dal Giudice Sportivo) perchè per superare il problema ordine pubblico non si poteva giocare a sestri levante alle 20.45?” si legge sul Muro dei tifosi di Grifoni.net. “Ma dimmi tu se ventimila abbonati devono vedere il Genoa che gioca a Brescia in campo neutro in nome di non so bene cosa…” scrive un altro supporter.

“Dove giochi è irrilevante – aggiunge un altro tifoso – Rilevantissimo per mille motivi invece, giocare in contemporanea con il Lecce a Torino. Per fortuna esistono infatti i saggi telefonini che, si spera, diranno la sconfitta chiara dei salentini contro la Juventus durante la partita. Brava società”.

“Si poteva anche giocare sulle pietre del Branega… tanto se è a porte chiuse il tifo lo può fare solo il Prez e Cellino…. conta solo vincere”. E ancora: “Giocare a Brescia su un campo neutro penso che per noi sia molto penalizzante, era meglio a Genova anche alle 15”.