Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, vandali devastano sede Pdl: solidarietà bipartisan

Genova. Liguria Moderata esprime a Pierluigi Vinai ed al PDL tutta la propria solidarietà per i gravi fatti verificatisi nella scorsa notte.

“Crediamo che non sia da sottovalutare la gravità di queste forme di violenza e minaccia, ne il messaggio che questi barbari hanno voluto manifestare – rende noto Andrea Cambiaso – La politica è scontro di idee, e motivo di confronto, quando la minaccia e l’odio prevalgono chiunque si macchi di questo reato lo compie in odio alla democrazia ed al rispetto personale di quanti con passione e serietà, come Pierluigi Vinai, dedicano il loro tempo alla comunità.

La solidarietà e la condanna arrivano anche dal Pd ligure: “Condanniamo con fermezza tanto il grave episodio di violenza e intolleranza che ha coinvolto la sede regionale del PDL, quanto le scritte offensive ai danni del candidato sindaco Vinai – scrivono i due segretari regionale e provinciale Lorenzo Basso e Giovanni Lunardon – Questi episodi si vanno ad aggiungere a molti altri fatti analoghi che, nell’ultimo periodo, hanno coinvolto partiti, esponenti politici e rappresentanti delle istituzioni.

Sta crescendo in modo pericoloso un clima di esasperata intolleranza, alimentato dallo scontento e dalle paure generate dagli effetti della crisi economica e da chi, con la paura e l’esasperazione generale, “gioca” per proprio tornaconto, assumendosi una responsabilità gravissima.

Episodi come quello subito dal PDL regionale, a cui va la nostra solidarietà, non devono essere sottovalutati, perché è in gioco il rispetto delle regole democratiche e della civile convivenza di questo Paese. Come Partito Democratico continueremo a impegnarci affinché le regole democratiche non vengano meno e ci batteremo sempre perché a tutti sia garantito il diritto di poter esprimere la propria opinione in un contesto di confronto, anche aspro, ma sempre e comunque rispettoso della dignità di ciascuno”.