Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova tra tagli e crisi, la proposta dei consumatori: “Anche noi al tavolo negoziale di Amt” foto

Più informazioni su

Genova. Aumentano i prezzi, l’Iva, le bollette e la benzina, e allo stesso tempo i redditi delle famiglie scendono a picco, come testimoniato dall’allarme lanciato questa mattina a Genova da Bankitalia.

A cambiare sono proprio le abitudini dei consumatori: le associazioni sono sempre più oberate da richieste anche per il recupero di piccole somme, un atteggiamento che prima non si riscontrava, mentre aumentano i casi di “denuncia” da telemarketing o per il cambio di contratto delle utenze “che spesso carpisce la buona volontà dell’utente”.

“La gente è in estrema difficoltà – spiega Antonio Molari, Federconsumatori Liguria – la crisi mette in discussione il nostro modello sociale fin qui inteso, e allo stesso tempo, però, le persone non rinunciano a indebitarsi per avere il superfluo e infine si rivolgono a noi perché non riescono più a pagare banche e finanziarie”.

In questo quadro “devastante”, si è aggiunta la scure dei tagli al trasporto pubblcio locale, così come da nuovo piano presentato lunedì. “Stiamo cercando di muoverci insieme alla categoria – racconta Molari – Amt deve rivedere il suo piano aziendale, ma la riduzione d’organico, unita a quella delle linee e alla messa in discussione dell’intreccio ferro e gomma, per noi rappresenta un grande problema”.

Da qui la richiesta di Federconsumatori: “anche le associazioni dovrebbero poter partecipare ai tavoli negoziali, in modo che siano rappresentati gli interessi dei consumatori. Nessuno però si pensi di schierare gli uni contro gli altri lavoratori e consumatori – sottolinea Molari – l’obiettivo è uno: garantire maggiori risultati in sede di trattativa per offrire il servizio migliore ai cittadini”.