Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, oltre 1350 a Vivicittà: “corro con Alessandra nel cuore”, gli amici ricordano la podista

Più informazioni su

Genova. Vivicittà, la manifestazione simbolo dell’Uisp, dal 1984, ha vinto ancora: oltre 1.350 persone di ogni età, questa mattina a Villa Gentile, hanno partecipato alla 29a edizione genovese di Vivicittà, nonostante il maltempo e la pioggia battente caduta sulla città proprio sino a pochi attimi prima del via.

Partenza preceduta da momenti toccanti: gli oltre 120 amici di Alessandra Lavarello, la podista tesserata per la Cambiaso Risso RT, scomparsa la scorsa settimana a soli 33 anni dopo essere stata investita da un’auto proprio mentre si stava allenando, hanno compiuto in silenzio e tenendosi per mano un giro di pista, prima del minuto di silenzio osservato per onorare la memoria di Alessandra e per ricordare anche la tragica scomparsa del calciatore Piermario Morosini. Il via ufficiale dato dall’Assessore allo sport del Comune di Genova, Stefano Anzalone, sempre presente alle manifestazioni uispine. Gli amici di Alessandra hanno poi corso con la t-shirt “Corro con Alessandra nel cuore”.

Sul traguardo di Villa Gentile doppietta tutta in casa Gruppo Città di Genova. Vincitore asssoluto, infatti, è stato il marocchino Mohamed El Mounim con il tempo di 37’08”, mentre in campo femminile si è registrata la quarta vittoria a Vivicittà per la voltrese Viviana Rudasso (42’19”) dopo i successi del 2005, 2006 e 2008. La Rudasso, inoltre, si piazza quinta assoluta nella classifica unica compensata. Entrambi gli atleti sono tesserati per la società presieduta da Valter Mereta. Seconda posizione, staccato di un solo secondo, un altro atleta di nazionalità marocchina attualmente tesserato individuale Uisp, Mohamed Rity. terzo gradino del podio, invece, per eterno ragazzo della Cambiaso Risso RT, Valerio Brignone. Argento, fra le donne, per Laura Papagna (Cus Genova) con il tempo di 42’35”, settima assoluta nella compensata, terza Emanuela Massa, ancora Cambiaso Risso, con il cronometro a 46’48”. In serata la classifica completa sarà on line sul sito di Wedosport.chrono.

Al traguardo di Villa Gentile anche il vincitore del prologo genovese di Vivicittà “Porte Aperte” del 28 marzo: il marocchino Naji Abdendi, ospite della Casa Circondariale di Marassi, accompagnato da altri due compagni.

Vivicittà, “La corsa per tutti”, tra la prova competitiva di 12 km e la non competitiva, questa mattina ha portato nelle 40 città italiane 45.000 partecipanti, nonostante le condizioni atmosferiche in alcuni casi fossero davvero proibitive. Oggi si è corso anche a Sarajevo, nelle prossime settimane Vivicittà si correrà a Gerusalemme e a Beirut, nei campi profughi palestinesi.

Un euro per ogni partecipante è stato destinato al progetto “Sport & Dignity”, attività per bambini e bambine all’interno dei campi profughi palestinesi in Libano. A Gerusalemme si correrà Vivicittà con i bambini palestinesi il 28 aprile. A Shu’fat, campo profughi palestinese di Gerusalemme Est, si correrà il 29 aprile. In Libano il 6 maggio si correrà Vivicittà – Run For Dignity a Sidone e Baalbeck, in concomitanza con le Palestiniadi, coinvolgendo i bambini palestinesi dei campi profughi insieme ai bambini libanesi delle scuole locali.