Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Assistenza Sanitaria Naviganti: no all’azzeramento

Più informazioni su

Genova.  La Segreteria FP CGIL di Genova condivide e sostiene le iniziative di mobilitazione già messe in atto dalle  delegate e dai delegati della R.S.U. del Ministero della Salute – Liguria, a partire dalla proclamazione dello stato di agitazione in tutte le strutture S.A.S.N. (Servizio Assistenza Sanitaria Naviganti) della Liguria, dislocate a Genova, La Spezia e Savona.

La Segreteria FP CGIL, nell’estendere anche formalmente tale stato di agitazione anche al personale sanitario non medico in convenzione, esprime netta contrarietà alla proposta avanzata nella bozza di Decreto Ministeriale di individuazione degli Uffici dirigenziali di livello non generale del Ministero della Salute, che prevede l’azzeramento del  SASN nord e centro Italia facente capo al SASN di Genova.

La segreteria FP CGIL ritiene tale atto grave, arbitrario e unilaterale, perché assunto in una fase in cui non si è ancora avviato il necessario confronto, pur richiesto da tempo, sulla definizione del regolamento attuativo per il trasferimento delle competenze dei SASN alle Regioni, e ritiene perciò necessario che il Ministero riveda la posizione assunta, apra il confronto richiesto e solo successivamente si affrontino eventualmente le questioni poste con la bozza di Decreto Ministeriale.

La soppressione delle competenze oggi in capo al SASN di Genova, nella prospettiva del passaggio alle Regioni, porterebbe solo confusione di direzione e difficoltà operative e organizzative sia per i lavoratori che per l’erogazione della continuità dei servizi all’utenza.

La Segreteria FP CGIL, viste le ricadute che tale azione potrebbe avere per i lavoratori coinvolti e per le prestazioni, di natura sanitaria, assistenziale e medico-legale, anche di rilievo internazionale, che tale struttura fornisce ai lavoratori marittimi e al personale di volo, valuta indispensabile che venga attivato da subito un tavolo di confronto con l’assessore regionale alla Salute della Regione Liguria, e si farà quindi carico di inviare formale richiesta di incontro.

La FP CGIL è impegnata a sostenere tutte le iniziative che la R.S.U. e i lavoratori (personale di ruolo e personale in convenzione) intenderanno mettere in campo a difesa dei loro diritti e di quelli dell’utenza.