Economia

Figli e crisi economica, la proposta di Matteo Rosso: “Una card prepagata per le neo mamme in difficoltà”

Regione. In tempi di crisi sono tante le donne che chiedono di interrompere una gravidanza esclusivamente per motivi economici: quando il lavoro è precario oppure manca del tutto sempre più famiglie non ce la fanno a pensare di dover sfamare una bocca in più e scelgono di non tenere il bambino.

“Ho raccolto la richiesta di tanti medici di consultori che mi hanno raccontato che in questo periodo di crisi sono molte le donne che, magari già con figli e un marito che ha perso il lavoro, non sanno come fare ad affrontare l’arrivo di un altro figlio e per questo chiedono di interrompere la gravidanza” racconta Matteo Rosso, consigliere regionale dei Pdl.

“A queste donne penso si debba dare una mano attraverso un fondo ad hoc come fanno già altre Regioni” dice il consigliere del Pdl.

L’idea è quella di una carta prepagata: “Con un aiuto di 250-350 euro al mese per due anni potremmo garantire a queste mamme l’acquisto di prodotti a uso esclusivo del bambino. In questo modo le mamme sanno possono portare avanti la gravidanza perché interrompere una gravidanza per motivi economici lo trovo assurdo per un Paese civile”.