Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elezioni Rapallo, Idv: “No agli sprechi, i soldi servono per il sociale e la sicurezza”

Più informazioni su

Rapallo. “Italia dei Valori in Liguria si è comportata con grande senso di responsabilità e acume politico: è una forza senza preconcetti, che cerca di costruire un’alternativa possibile. Si può cambiare lo status quo solo se si costruisce un’alternativa”. E’ quanto ha detto l’onorevole Antonio Di Pietro sabato scorso a Genova al Teatro della Gioventù per salutare la popolazione ligure in piena campagna elettorale e fare il punto sulle problematiche più scottanti a livello nazionale e regionale.

Obiettivi chiari e precisi quelli di Di Pietro: “Le tasse? Vanno fatte pagare a chi non le paga -ha proseguito il leader di Idv- Caduto il muro di Berlino, parlare di centro o centrodestra è poco. Bisogna parlare di programmi concreti. Il più forte che mangia il più debole è un concetto da superare: il capitalismo deve fare stare meglio tutti, le opportunità devono essere a vantaggio di tutta la comunità”. Di Pietro ha posto l’accento su sfaccettature assai gravi a livello sociale, conseguenti alla crisi economica e che incidono sulle reazioni dei singoli individui: “Non dimentichiamo che negli ultimi mesi più di trenta imprenditori si sono suicidati, questa politica sta provocando disperazione, dovevano ridurre la spesa pubblica invece di aumentare le tasse –ha detto Di Pietro- Ora invito tutti ad un voto costruttivo e non distruttivo”.

E da Rapallo il candidato sindaco Giorgio Costa punta proprio su programmi concreti e spiega: “Un partito come Italia dei Valori è adeguato a sostenere una coalizione che contiene anche liste civiche perche Idv ha capito che ci vuole un contatto diretto con la gente. La crisi economica imperante ci impone sempre più urgente il bisogno di stare accanto alle persone per cercare di risolvere tutti assieme problemi molto concreti: Idv rappresenta valori precisi come l’attenzione alla legalità. A Rapallo esiste un certo clientelismo da debellare: è la meritocrazia che deve vincere. Il nostro programma è fatto per proporre persone che stiamo a contatto con la gente, in difesa di chi non può difendersi da solo, il cittadino al primo posto e soprattutto grande attenzione alle fasce deboli”.

Più attenzione al singolo cittadino con Giorgio Costa e Italia dei Valori a Rapallo e il consigliere comunale Walter Di Carlo aggiunge: “La nostra fonte di guadagno principale a Rapallo è il turismo: puntiamo sullo sviluppo del turismo nautico, il recupero di beni culturali lasciati in uno stato di abbandono, la destagionalizzazione degli eventi” e per i giovani l’aumento di strutture sportive, la creazione dell’incubatore di impresa per creare nuove opportunità di lavoro, l’installazione di impianti fotovoltaici sugli edifici comunali per una maggiore attenzione all’ambiente attingendo risorse dai bandi del ministero dell’Ambiente (vedi bando “Il sole a scuola”), l’istituzione di un servizio di sorveglianza notturna per puntare su una città sicura. Tra le priorità evidenziate da Idv anche l’incremento del servizio “nonno vigile” nei parchi e l’istituzione del vigile di quartiere.

Rapallo una città per tutti con un’attenzione particolare alle fasce deboli: nel programma centri per anziani e un centro per accogliere e risolvere problematiche particolari, legate al disagio psichico, una sanità adeguata e asili funzionanti per dare un servizio alle famiglie che sia davvero a misura di essere umano. Il gruppo di Italia dei Valori in Consiglio regionale  sta curando da alcuni mesi un progetto legato alla sofferenza psichica e a Rapallo il candidato sindaco Giorgio Costa porta attenzione alle problematiche delle famiglie che vivono quotidianamente a contatto del disagio psichico e propone nel suo programma elettorale alcune possibilità di sostegno per tali famiglie.

E in un momento storico di grande crisi economica nazionale, a Rapallo vogliamo evitare gli sprechi: Idv evidenzia alcuni dati, raccolti dal bilancio comunale:  l’affitto di 120.000 euro annui, pagati per l’ex cinema Italia, dove doveva essere realizzato un centro congressi: l’affitto è stato pagato ma il centro congressi non è stato fatto, quindi i cittadini hanno speso negli ultimi cinque anni circa 600.000 euro per non avere assolutamente niente.
Il cosiddetto ‘ponte intelligente’ da piazza Cile è costato oltre 1.600.000 euro: quando nei mesi scorsi si è trattato di azionarlo con l’allerta meteo 2, il ponte è stato alzato con l’uso di una manovella al raggiungimento dei livelli di guardia.
Tra le spese superflue i contributi per pagare il portavoce del sindaco: 125.000 euro in cinque anni per pagare una persona che parli al posto del sindaco, in una cittadina come Rapallo, di piccole dimensioni.

Altri sprechi, che Idv segnala, i costi dei progetti relativi ai project financing della piscina e della pista di via Laggiaro poi cancellati, il costo dei cassonetti interrati che davano decoro alla città e che ora sono inutilizzati, la piantumazione dei peri in via Mameli ecc.

Italia dei Valori propone poi un regolamento, che impedisca ai membri del consiglio comunale di potersi ricandidare, una volta terminati due mandati consecutivi: questo porterebbe ad un ricambio generazionale e darebbe la possibilità a più persone di potere esprime le proprie idee all’interno del Consiglio Comunale. La politica non deve diventare una professione.

La lista dei Candidati IDV: Di Carlo Walter, Barbetta Gloria, Bavestrello Cristiano, Boero Gabriella, Breda Ippolito, Capretto Angelo, Casazza Micaela, Corda Claudio, Di Iorgi Stefano, Lucardi Carlo, Mancuso Daniela in Macchiavello, Manzo Giuseppe, Merlini Emanuele, Quaglia Sebastiano, Saliba Brigitte, Schivi Gilberto.