Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elezioni Genova, Musso su Imu: “I cittadini pagano di più perché la Carige di Vinai non paga”

Più informazioni su

Genova. “Il mio primo obiettivo come sindaco sarà quello di minimizzare l’aliquota Imu prevista dalla legge, di alleggerire il carico fiscale dei cittadini e di incentivare la ripresa dei consumi”, dichiara Enrico Musso, che aggiunge: “L’Imu, semmai, la farei pagare alle fondazioni bancarie”.

La campagna elettorale agli sgoccioli fa alzare i toni: “A Vinai, che fa professione di fede dell’avversità all’Imu, ricordo un fatto: il Pdl ha votato l’Imu in Parlamento, e l’ha votata Claudio Scajola, grande sostenitore di Vinai. L’Imu porta anche la sua firma; cosa vogliono farci credere, Vinai e Scajola? Hanno votato l’imposta sulla casa a loro insaputa?” continua Musso.

Il candidato continua: “Se davvero volesse dare una mano alle famiglie, fuori dalle ipocrisie, Vinai potrebbe smetterla di fare promesse vuote e dire una cosa semplice: le fondazioni bancarie, a partire dalla sua Carige, devono pagare l’Imu. Io come Sindaco la farei pagare in primis a loro. Se così fosse, per effetto delle maggiori entrate i cittadini pagherebbero meno”.

Musso conclude: “Aggiungo che se le Fondazioni bancarie decidessero di destinare al territorio i risparmi dei cittadini che raccolgono, invece che drenarlo verso le associazioni amiche del Vice Presidente di turno, farebbero davvero il bene della comunità genovese”.