Politica

Elezioni Chiavari, incontro Viarengo-Pericu: “Rilanciare la città dell’impresa e del lavoro”

Chiavari. Il candidato sindaco del centrosinistra a Chiavari, Giorgio Getto Viarengo ha incontrato l’ex sindaco di Genova, Giuseppe Pericu, Giorgio Pagano, e Stefano Zara, all’albergo Stella del Mare di corso Millo per l’incontro dedicato alla buona amministrazione di Chiavari con “tre personalità di grande esperienza sulla guida delle città e dell’economia”.

Viarengo ha precisato il suo primo intento politico per arrivare a una buona e corretta gestione della città. Punto fondamentale da cui ripartire per dare nuova vitalità a Chiavari. “Bisogna fare sistema e creare una partecipazione condivisa con le persone. L’amministrazione di Chiavari ha dimostrato di non saper dare una risposta per la città di fronte ai cambiamenti di questi ultimi anni. Chiavari è la città dell’impresa e del lavoro, deve riprendersi questo suo ruolo perché una parte del lavoro si è spostato dal centro ma non ci sono state politiche in grado di adottare delle soluzioni efficaci per creare ricchezza”.
Anche Zara ha rilanciato la centralità economica di Chiavari per tutto il Tigullio e di come la gestione della città abbia bisogno di un radicale cambiamento culturale. “Per il Tigullio è fondamentale l’aggregazione per essere parte attiva nell’essere il luogo di incontro della costa e dell’entroterra per creare sinergia tra le eccellenze industriali e il turismo: eccellenze che vanno valorizzate. Viviamo in un periodo di risorse scarse. Il Comune, e soprattutto quello di Chiavari, deve riconquistare il suo ruolo di pianificare, regolare e controllare. Bisogna dire basta a questa politica del Comune del fare che risulta fallimentare e spreca risorse, non funzionando. Il Comune deve pensare a gestire bene e fare rete”. Una chiara critica ai “fatti” presunti di Agostino. Visione duramente attaccata anche da Pericu. “L’amministrazione Agostino ha disgregato Chiavari basandosi sull’interesse personale e la collettività e la collettività oggi ne risente e non riesce a rimanere coesa. Bisogna capire che se i problemi ci sono e non si possono negare, sono risolvibili se si parte con la costruzione di una nuova collettività chiavarese coesa di fronte alle difficoltà”. E’ dalle parole di Pagano che arriva l’ultima stangata alla giunta guidata dall’attuale sindaco. “Chiavari deve cambiare impostazione e saper guidare il Tigullio. Le città devono sempre più fare rete fra loro e trovare in un Comune la loro guida. Chiavari lo deve fare con il Tigullio ad esempio nella nautica, nel turismo e nella ricchezza agricola dell’entroterra. Inoltre fare rete è fondamentale per ottenere i nuovi finanziamenti europei che verranno elargiti, non più a pioggia, ma ai comuni che si uniscono in maniera virtuosa”.
Per questo l’appello chiaro di Viarengo ai chiavaresi per un voto utile e che porti la città a riconquistarsi un futuro. “Non basta la bella aria che respiriamo con questa coalizione di centrosinistra, serve un impegno forte da parte dei chiavaresi e dare un voto utile a chi la può portare alla ripresa”.