Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elezioni Chiavari: ecco il progetto di Giuseppe Corticelli

Chiavari. La data delle elezioni amministrative si avvicina e Chiavari, come Genova, si appresta a decidere chi sarà il prossimo sindaco di Palazzo Bianco. Tra i nomi c’è anche Giuseppe Corticelli, candidato di Liguria Viva e Udc. Chiavari è una delle province liguri che rientra nei Comuni virtuosi, grazie ai quali si potranno ricevere dei fondi da spendere per diverse migliorie, ma cosa ne farà la futura amministrazione? Al riguardo Corticelli è molto chiaro: “Come prima cosa bisogna sanare i “debiti”, ovvero i lavori non conclusi o per i quali il Comune ha delle pendenze o dei contenziosi, e le urgenze della città”.

Subito centrale il ruolo della famiglia anche nelle politiche sociali: “I soldi si devono investire nelle famiglie che hanno a carico delle persone non autosufficienti – continua Corticelli – anche per le politiche di sostegno agli anziani, vista l’alta percentuale degli over 65 a Chiavari”. Tra le proposte del candidato ci sono, ad esempio, la creazione di un programma partecipativo, che coinvolga soprattutto i giovani e gli anziani, con eventi o manifestazioni, e di luoghi d’aggregazione che siano attenti a queste due fasce sociali “vista la scarsità delle risorse dello Stato” aggiunge Corticelli. Per i giovani in particolare, torna il tema della necessità di infrastrutture per il wi-fi, che permetterebbero la connessione internet: “È un punto del mio programma, ritengo che sia un’iniziativa da sostenere”.

Per Chiavari, il candidato sostiene l’importanza d’intervenire sulla zona del lungomare con lavori significativi, che vadano dall’Entella fino alla parte opposta della città, secondo Corticelli: “Il piano regolatore di tutto il territorio va rivisto”. Importante anche il sostegno al commercio e al turismo: “Vogliamo rendere possibile il progetto per pedonalizzare il centro storico – continua – creando una vera e propria isola commerciale, visto che, nelle zone dove è stato fatto, anche a Genova, questo intervento ha aumentato gli introiti delle attività”.

Sulla difficile situazione della Lames e del suo trasferimento, che ha reso poi edificabile la zona, con le conseguenti proteste dei cittadini, Corticelli dichiara: “La situazione Lames è compromessa, il Comune ha sbagliato, non doveve renderla zona edificabile e non credo sia possibile tornare indietro. Noi dalla nostra proponiamo di ridurre almeno la volumetria del 20-30% e incentivare l’assegnazione delle unità abitative a giovani coppie che abbiano la voglia di trasferirsi qui a Chiavari”.