Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elezioni amministrative Genova: un terreno fertile per nuovi siti di comunicazione politica

Più informazioni su

Genova. Le elezioni amministrative di Genova sono diventate un terreno fertile per le iniziative del web 2.0 che cercano d’interpretare la politica di oggi. Sempre più social e d’opinione, e sempre meno cronaca, la nuova comunicazione politica è fatta da giovani ragazzi dell’Università, che stanno cercando di dare una loro versione del giornalismo moderno.

In pochi mesi, sono nati tre progetti online che hanno cercato d’indagare, sotto punti di vista diversi, la politica e soprattutto il ruolo dei nuovi media sulla campagna elettorale in atto. Partiamo con il sito Elezioni.it, creato da Paola Bonesu e Mario Grasso, due giovani neolaureati con la passione per la comunicazione politica, aiutati da Claudio Bisconti, un programmatore e Riccardo Rudelli, un consulente politico di lunga esperienza, autore anche di un libro sulle voci della politica pubblicato nel 2011, “Verba Non Volant”. Il sito, che offre un panorama social di molte campagne elettorali, ad esempio quelle presidenziali americane, ha dato spazio anche a quella genovese, diventando un modo per rimanere sempre aggiornati sulle opinioni dei candidati e per discutere degli argomenti caldi della battaglia politica.

L’Università di Genova è stata il luogo d’incontro dei ragazzi che, quasi un mese fa, sono andati online con il progetto Politicometro.it. Un sito che si collega al progetto americano del PolitiFact, e che si propone di compiere delle micro inchieste sulle affermazioni pubbliche dei candidati sindaco. A queste dichiarazioni viene dato un giudizio che va dalla Balla Colossale, quando le verifiche hanno sottolineato che l’affermazione è assolutamente priva di fondamento, a Vero, passando per Balla, Mezzo e Mezzo e Abbastanza Vero. Tutti i politici coinvolti nella corsa a Tursi sono trattati nello stesso modo dalla redazione di dodici giovani redattori, che pubblicano a rotazione i pensieri e i dati dei candidati sulle questioni della campagna elettorale.

Ultimo progetto nato da meno di un mese, è sempre un’idea che coinvolge l’Università: www.comunaligenova2012.it. Nella loro sezione Chi siamo si legge: “L’iniziativa si rifà a quella promossa in occasione delle elezioni comunali di Milano nel 2011 dal Laboratorio di Informatica Civica dell’Università degli Studi di Milano e della della Fondazione RCM – Rete Civica di Milano. Utilizza lo stesso software open source che viene ora usato per gestire il sito www.partecipaMi.it, con l’obiettivo di promuovere un esperimento di città partecipata”.

Promotrici del progetto sono Marina Ribaudo, professore associato al Dipartimento di Informatica e Scienze dell’Informazione, e Sabrina Capra, sociologa, dottoranda presso la Facoltà di Scienze della Formazione. Nel sito e nelle varie sezioni si leggono le proposte fatte dalla community per risolvere dei problemi o gli eventi che coinvolgono i candidati, con una scheda di tutti i partecipanti alla community e alle elezioni.