Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Edilizia Pubblica, consegnati 35 alloggi a Molassana: “Una volta era l’Arizona e ci viveva un giovane Batini” foto

Più informazioni su

Genova. Consegnati oggi agli inquilini 35 alloggi in via Sertoli, 7 a Molassana, alla presenza del presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, dell’assessore Giovanni Boitano, dell’amministratore unico di A.R.T.E. Genova, Vladimiro Augusti, e del presidente del Municipio IV media Val Bisagno, Agostino Giannelli.

Burlando ha espresso soddisfazione per l’opera di riqualificazione del quartiere quasi del tutto completata “il più grande intervento comprendente edifici storici, con 420 abitazioni di edilizia pubblica”. E ha ricordato di quando “il quartiere si chiamava Arizona e ci viveva un giovane Paride Batini, arrivato da Pisa”.
L’assessore Boitano ha invece sottolineato la qualità delle scelte tecniche del recupero e l’importanza di preservare le nuove abitazioni da atti di incuria e vandalismo, sollecitando gli inquilini a tenere bene le case e le parti comuni.

Gli alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) consegnati oggi agli inquilini assegnatari, che hanno sottoscritto il contratto di locazione a seguito dell’esito di un bando di concorso del Comune, sono 35, la metà di quelli in via di recupero nello stabile di via Sertoli 7. La ristrutturazione del totale delle 70 abitazioni costerà circa 5,5 milioni di Euro, a cui corrisponde un costo unitario contenuto, pari a circa 900 euro al metro quadro; l’intervento di riqualificazione è stato realizzato da A.R.T.E. che gestirà lo stabile dal punto vista amministrativo e contabile. Rispetto ai preesistenti 104 alloggi in cui era diviso il palazzo, le attuali 70 unità abitative, di cui 5 per disabili, consentono di ottenere spazi adeguati alle normative vigenti, dotati di un buon grado di comfort e adeguati al risparmio energetico.

Tutti gli alloggi sono dotati di cantina, di serramenti a taglio termico e di impianto di riscaldamento centralizzato con possibilità di termoregolazione interna per ogni singola abitazione; l’impianto di riscaldamento centralizzato è costituito da 3 caldaie a condensazione “in cascata” che si accendono progressivamente secondo la richiesta dell’utenza, garantendo un ridotto consumo energetico e un risparmio economico.

L’intervento di recupero di via Sertoli 7 è stato finanziato dal “Contratto di Quartiere II” di Genova Molassana avviato, dal punto di vista edilizio, nella seconda metà del 2005. Fa parte di un programma di riqualificazione urbana che riguarda un gruppo di fabbricati degli anni ’30 e che ha portato alla realizzazione di 369 alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) di cui 244 di nuova costruzione (civici 11A/11B di via Sertoli e 14/16 di via S. Felice) e 125 di recupero (civici 7 e 17). A questi si andranno ad aggiungere gli ulteriori 52 alloggi sempre di ERP, di cui è previsto il recupero nell’adiacente numero 9, per il quale si stanno svolgendo le procedure di gara e per cui si prevede l’inizio dei lavori entro luglio 2012. Si raggiungerà così il numero, tra nuova costruzione e recupero, di oltre 420 alloggi.

Nella riqualificazione urbana del quartiere sono incluse anche la realizzazione della Scuola Materna, della contigua Mensa Scolastica e della centrale Piazza Unità d’Italia.