Amianto, lavoratori senza reddito da 14 mesi: occupata la sede Inps di Genova - Genova 24
Cronaca

Amianto, lavoratori senza reddito da 14 mesi: occupata la sede Inps di Genova

manifestazione amianto

Genova. Questa mattina un gruppo di lavoratori ha occupato, dalle 9.30 alle 13.30, la sede provinciale dell’Inps, per denunciare ancora una volta la situazione drammatica di chi vive, da ormai 14 mesi, senza alcun reddito a causa della revoca delle certificazioni di esposizione all’amianto.

Si tratta di 14 lavoratori collocati tempo fa in mobilità con la prospettiva di andare in pensione e che, a causa della perdita dei benefici previdenziali, hanno perso il diritto alla pensione e, alla conclusione del periodo di mobilità, anche il lavoro. 5 lavoratori ex Ilva, che si sono dimessi nell’ottobre del 2010 dopo che l’Inps ha ampiamente certificato i loro requisiti contributivi utili per poter accedere alla pensione. La Cgil spiega che questi lavoratori sono stati “intrappolati” da un comportamento irresponsabile dell’Inps che non ha poi proceduto al riconoscimento della pensione e dell’Inail, che successivamente, nel luglio 2011, ha revocato la certificazione di esposizione all’amianto, facendo decadere i benefici previdenziali.

Sono altri 22 i lavoratori a cui è stata revocata la pensione e per i quali nel febbraio 2011, nel decreto mille proroghe, è stata inserita una normativa che proroga gli effetti della L. 9 aprile 2009 n. 33, ripristinando le prestazioni pensionistiche, ancorché senza il riconoscimento degli arretrati. Per questi lavoratori si attende da 3 mesi la circolare applicativa che l’Inps nazionale, inspiegabilmente, non ha ancora emanato e senza la quale l’Inps territoriale non può procedere al pagamento delle pensioni.

I lavoratori hanno ottenuto un impegno dalla Direzione Nazionale dell’istituto ad inviare a breve la circolare e il giorno 3 maggio alle ore 11.00, insieme alle organizzazioni sindacali, saranno ricevuti dal Direttore Regionale dell’Inps per un approfondimento di tutte le posizioni.