Turismo e sociale, Santa Margherita contro Rapallo: "Spendiamo meno e meglio" - Genova 24
Politica

Turismo e sociale, Santa Margherita contro Rapallo: “Spendiamo meno e meglio”

roberto de marchi

Santa Margherita. Si riaccende la storica rivalità tra Santa Margherita e Rapallo. Questa volta l’oggetto del contendere sono i numeri, in particolare quelli del bilancio dedicati a turismo e spesa sociale. L’ultimo strale in ordine di tempo è partito dal sindaco di Santa Margherita, Roberto De Marchi in direzione della vicina Rapallo.

Domani l’amministrazione comunale di Santa Margherita incontrerà infatti il neo-comitato contro gli aumenti scolastici. Durante l’incontro, richiesto dalla stessa amministrazione, verrà posta in discussione un’ipotesi alternativa di riordino tariffario al quale il Sindaco e i suoi collaboratori hanno lavorato in questi giorni.

“Comprendiamo le famiglie – spiega il Sindaco Roberto De Marchi – e desideriamo aprire un tavolo di lavoro che produca scelte condivise. La nascita di queste formazioni è un dato positivo, una richiesta di partecipazione che siamo felici di recepire”.

“L’esistenza di una proposta alternativa, che illustreremo innanzitutto al comitato, dimostra che da parte nostra non c’è la volontà di trincerarci dietro cause di forza maggiore.

Non si possono contrapporre spesa turistica e spesa sociale come qualcuno sta facendo, pensando forse di cavalcare un argomento chic – continua De Marchi – Rispetto a chi ci ha preceduto, abbiamo molte meno risorse da destinare a eventi, promozioni e cultura, e questo ci dispiace perché vorremmo sostenere con ancora più forza il tessuto commerciale. Crescita economica e aumento dell’occupazione sono i primi servizi sociali di cui Santa Margherita ha bisogno. Porteremo la questione in consiglio comunale presentando numeri inequivocabili. Ogni anno, dal 2009, siamo costretti a operare tagli che partono proprio da questi settori, ormai ridotti all’1 % del bilancio complessivo. Se diamo la percezione di investire cifre troppo alte, è perché a fronte dei minori investimenti realizziamo un alto numero di iniziative, alcune delle quali registrano un successo di pubblico clamoroso, che ha fatto persino notizia sulla stampa americana. Spendiamo troppo? No, spendiamo meglio”.

La spesa turistica, del resto, è già oggi pari a 1/13esimo di quella sociale, che a Santa Margherita, per quantità e qualità, “si mantiene su livelli invidiabili rispetto a molte altre località. Una di queste è la vicina Rapallo”, sottolinea De Marchi.

“Alcune tariffe dei nostri servizi, ad esempio centri estivi e asilo nido, sono di gran lunga inferiori a quelle che pratica il comune a noi vicino. La nostra mensa offre una gamma di cibi biologici e certificati superiore. Ricordo anche all’assessore Castagneto, che nei giorni scorsi ha rilasciato dichiarazioni avventate, che molte famiglie di Rapallo si rivolgono alle strutture di Santa Margherita: alla ludoteca, al centro di aggregazione, alla biblioteca, ai centri estivi e all’asilo nido. Tragga da sè le conclusioni, e si preoccupi piuttosto di contenere i costi, eccessivi, della struttura burocratica interna al distretto socio-sanitario 14”.