Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sanità, Avvenente: “Nessuna piastra sanitaria a Pegli; siamo abbandonati” foto

Regione. Forte l’indignazione dei cittadini del ponente genovese in merito alla mancata attivazione della piastra socio-sanitaria davanti all’ex ospedale Martinez di Pegli. Nel protocollo di intesa tra Regione Liguria e comune di Genova si parla infatti di quattro piastre socio-sanitarie, ovvero Teglia, nell’ area ex Miralanza, San Fruttuoso in corso Sardegna, Voltri, nell’area ex Coproma e Quarto nell’ex ospedale psichiatrico. Nessun accenno, quindi, viene fatto alla zona di Pegli.

“Siamo qua con concittadini del ponente, che sono venuti a rivendicare la piastra poliambulatoriale davanti al Martinez – spiega Mauro Avvenente, presidente Municipio Ponente – Questa era un’indicazione data dall’assessore Claudio Montaldo, ma ad oggi tutte le altre piastre sono pronte, mentre quella del Martinez è stata cancellata. Nella convenzione firmata tra Regione e Comune, infatti, non ve è più traccia”.

E’ stata naturale, quindi, la reazione della popolazione ponentina. “Una volta venuti a conoscenza di questa questione i cittadini si sono mobilitati – conclude Avvenente – Abbiamo votato due documenti che consegneremo questo pomeriggio ai capigruppo e all’assessore Montaldo, dove diciamo molto chiaramente che vogliamo la nostra piastra”.

“Da tre anni i fondi nazionali per gli investimenti in edilizia sanitaria sono bloccati – ha ricordato l’assessore  Montaldo – a questo punto dobbiamo reperire risorse affinché l’ospedale San Martino rifaccia le sale operatorie di cardiochirurgia per poter salvare la vita a circa 700 persone ogni anno. Il programma per l’edilizia sanitaria potrà essere ripreso non appena si rimetteranno in moto gli investimenti nazionali. Comunque non è in discussione la continuità dei servizi che oggi vengono svolti al Martinez che verranno garantiti lì o altrove”, ha ribadito Montaldo.