Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria: nessuno è indispensabile, ma quanto è utile Pellè

Genova. La Sampdoria del tutti utili e nessuno indispensabile si ritroverà tra poco al Mugnaini per cominciare la preparazione in vista del match di sabato prossimo ore 15 contro la Nocerina. Nemmeno da dire: partita fondamentale come tutte le altre da qui al … 9 giugno, o almeno così si spera.

Una sconfitta (immeritata) nel giro di ritorno, contro la capolista Torino. Poi 6 vittorie e 4 pareggi: per dire, nel giro di ritorno, 1 punto in più del Torino e 1 meno del Pescara. Andatura da capolista. La Sampdoria però non deve fare la corsa sulle capolista bensì su squadre come Varese (nel girone di ritorno 2 punti in meno rispetto ai blucerchiati), Padova che anche se stasera vincesse avrebbe comunque totalizzato 3 punti in meno della Sampdoria e Brescia, unica tra le contendenti ad aver fatto meglio della Samp nelle ultime nove partite.

La banda Iachini non ha un ruolino da schiacciasassi, ma sta raddrizzando la classifica e la flessione del Padova permette di fare una corsa sì combattuta e con compagini agguerrite, ma con due posti per i play off a disposizione.
La Sampdoria si sta scoprendo di partita in partita più solida (ha subito un gol nelle ultime cinque partite compreso il recupero con l’Empoli) e con Graziano Pellè sa di avere un’alternativa di gioco importante. Se infatti Eder e Bertani sono bravi negli spazi stretti e nel dribbling, Pozzi è un rapace d’area, Pellè permette di sfruttare maggiormente lanci e cross alti.

Tutti utili e nessun indispensabile, si diceva. Forse non è del tutto vero considerata la legna che fanno Munari e Renan, considerata l’affidabilità di Gastaldello e Rossini e le giocate di Juan Antonio ed Eder. E’ altrettanto vero, però, che la Sampdoria sta disputando un dignitoso girone di ritorno pur avendo rinunciato di volta in volta a giocatori importanti: ha saltato una gara Renan, più di una Obiang, Foggia e Juan Antonio continuano a dividersi porzioni di partita, anche Gastaldello è stato fuori per squalifica e sabato scorso Pozzi. Insomma una squadra che cambia gli interpreti ma continua a dare continuità alle sue prestazioni e ai suoi risultati.

Mercoledì, intanto, allo fair play village della Fiera Primavera alle ore 18 saranno presenti il capitano Daniele Gastaldello e il fantasista Pasquale Foggia, un’occasione in più per sapere quanto anche loro credano alla serie A.