Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria in attesa dell’Ascoli: mantenere le motivazioni e non perdere la concentrazione

Più informazioni su

Genova. Sembra passato un lustro, invece solo qualche mese fa i tifosi sampdoriani, sempre vicini alla squadra, esponevano dalla Sud striscioni di critica nei confronti dei giocatori. Nel frattempo la squadra è stata rivoluzionata, e Beppe Iachini sembra aver trovato il bandolo della matassa.

Come dire, la Sampdoria ha messo la testa a posto. La situazione ora è quella di una rosa largamente rinnovata e con l’innesto di giovani promesse che difettano, inevitabilmente, di esperienza, e una situazione di classifica che impone di crescere immediatamente, non solo sotto l’aspetto tattico, ma soprattutto nella mentalità. Le motivazioni in queste ultime settimane non sono mancate, ma è certo che il difficile è ripetersi.

Il rischio che contro l’Ascoli, dopo le buone prestazioni contro squadre ritenute più competitive, la Samp si rilassi, è di certo reale. Ecco allora che Iachini, che non sarà in panchina durante il prossimo incontro (altra incognita da non sottovalutare) punta tutto sulla tattica per tenere alta la concentrazione: ieri a Bogliasco, video e studio dei movimenti.

Intanto buone notizie dal fronte infermeria: assodato il recupero di Krsticic, Obiang cerca di stringere i tempi (ieri si è allenato a parte), mentre Berardi e Padalino rimangono out. Oggi alle 15 è in programma una seduta di rifinitura a porte chiuse.

Vincere contro l’Ascoli non sarà un’impresa, ma certo alcune incognite sono presenti. L’appuntamento, però, potrebbe rappresentare una svolta per i colori blucerchiati, anche sotto l’aspetto statistico: la porta è inviolata da ormai 273 minuti (279 in casa) e se arrivassero i tre punti significherebbero quattro successi casalinghi consecutivi che mancano dal 2010. E tutti, al sentir solo nominare quell’annata, sentono ancora il dolce profumo d’Europa.