Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rivoluzione del Tpl ligure, Fds e Sel: “Una brutta legge, si smantella la mobilità”

Più informazioni su

Regione. La giunta regionale, su proposta dell’assessore Enrico Vesco, ha approvato la Legge di modifica sul trasporto pubblico. “E’ una brutta legge, che prevede la riconferma della privatizzazione del trasporto pubblico locale da affidare ad un’unica azienda regionale – spiegano i consiglieri regionali Alessandro Benzi e Giacomo Conti (Fds) e Matteo Rossi (Sel) – Da una parte riconferma la clausola sociale per i lavoratori, ma dall’altra prevede la possibilità di subappaltare (lavoratori sottopagati di serie B) per circa 4milioni di chilometri di servizio. Con questa legge, ad esempio, il servizio che viene svolto nell’intero Tigullio potrà essere svolto da aziende in subappalto”.

I consiglieri spiegano che non ci saranno più vincoli sul riparto di risorse ai territori, ma un unico ente dove confluiranno tutte le risorse regionali. In questo modo intere aree territoriali saranno escluse dal servizio.

“Oggi l’urgenza è quella di trovare nuove risorse aggiuntive per il trasporto nella città di Genova. Con questa legge si pensa di risolvere il problema del trasporto metropolitano, togliendo soldi agli altri territori.  Ma così facendo l’unico risultato sarà quello di innestare una guerra tra poveri – concludono – Con questa legge si contribuisce allo smantellamento del diritto alla mobilità”.