Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapallo, traffico, parcheggi e pulizia delle strade: il “mugugno” corre su Facebook

Rapallo. Si sa che il mugugno è una pratica tutta ligure e a Rapallo è stata creata un’apposita pagina Facebook, “Mugugno a Rapallo”, appunto. Qui i cittadini discutono su tutto, ma fra gli argomenti principe spiccano il traffico, i parcheggi e la pulizia delle strade. Quest’ultima, in particolare è un problema molto sentito, tanto che una cittadina ha addirittura creato un’altra pagina apposita, “Pulizia meccanica di via Milano e via Torino ad una volta al mese”.

Attualmente, infatti, in quella zona la pulizia meccanica viene effettuata due volte nell’arco di 30 giorni, ma per molti è un problema, visto che i parcheggi scarseggiano e che per chi non ha il garage, soprattutto in estate, trovare posto diventa un incubo.

“Chi non ha il garage di proprietà e abita nel circondario di piazza Chile, ogni settimana ha il problema di dover posteggiare l’auto! naturalmente la cosa è accentuata nel periodo estivo. Con questo gruppo vorrei che si riducesse ad una sola volta al mese la pulizia delle strade via Milano e via Torino. Adottiamo il metodo di Santa Margherita Ligure, dove la pulizia viene fatta senza spostare l’auto”, si legge sulla pagina. Ecco la proposta, quindi, o ridurre le date di pulizia o adottare il sistema più avanzato di Santa Margherita e c’è anche chi spera che, visto le imminenti elezioni amministrative, qualcuno si faccia carico di queste richieste.

E passando ad altre zone cittadine, c’è addirittura chi parla di “Bronx”. “Dove abito io non c’è la pulizia programmata, dalle scuole rosse sì, più in su è il Bronx, parlo di via Laggiaro. Puliscono quando le pare a loro”, scrive un altro residente. E se il problema delle pulizie è molto sentito, anche quello dei parcheggi lo è.

Tornando sulla pagina di “Mugugno a Rapallo”, infatti, c’è chi lamenta pochi posti auto e chi pubblica foto dove si vedono i parcheggi per gli handicappati sempre occupati da macchine senza contrassegno. Altra criticità molto discussa è quella del traffico, soprattutto nelle ore di punta e nelle zone nevralgiche della città.