Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapallo, il Coisp incontra i candidati sindaci: l’appello dei poliziotti

Rapallo. “E’ da tempo che lo ribadiamo, la sicurezza non è una spesa ma un
investimento e speriamo che la politica locale lo capisca e non faccia come quella nazionale che in questi ultimi anni ha fatto di tutt ultimi anni ha fatto di tutto per renderla ineffici o per renderla inefficiente! Per ente! Per questo domani incontreremo alcuni candidati alla carica di primo cittadino di Rapallo per riuscire a capire cosa pensano in tema di forze dell’ordine.” Inizia così forze dell’ordine.”

Questo l’intervento di Matteo Bianchi, leader Provinciale del Coisp, sindacato indipendente della Polizia di Stato, in merito alla visita che oggi si svolgerà a Rapallo e agli incontri già fissati con alcuni candidati sindaci al prossimo mandato elettorale.

“Capiamo benissimo che le risorse necessarie al comparto sicurezza debbano arrivare dal Governo, però crediamo che sia utile e costruttivo un incontro, per cercare assieme soluzioni concrete agli annosi problemi inerenti le forze dell’ordine, con le solite criticità che stanno coinvolgendo anche il Commissariato di Rapallo, non escluso dai tagli imposti”.

Continua Bianchi: “Questo nostro confronto, oltre ad essere finalizzato a migliorare l’attività lavorativa degli uomini e delle donne e ad una concreta collaborazione tra gli addetti ai lavori e le istituzioni locali. Il tutto per garantire un servizio incisivo in favore di tutti quei cittadini che esigono una maggior presenza di forze dell’ordine sul territorio”.

Conclude Bianchi: “Ovviamente domani porteremo all’attenzione dei
candidati alcune proposte per migliorare la realtà locale, con la forte volontà di
riuscire ad introdurre un progetto simile ai famosi patti per la sicurezza che il
Governo ha attuato con le grandi città, come appunto Genova dove, anche se in
maniera minimale, si è vista una positiva collaborazione tra istituzioni locali e forze
dell’ordine.”