Provincia, luoghi sacri con canti e poesie: tre concerti spettacolo a ingresso libero - Genova 24
Altre news

Provincia, luoghi sacri con canti e poesie: tre concerti spettacolo a ingresso libero

san fruttuoso, camogli

Genova. Tre concerti-spettacolo, con esecuzione di brani musicali intervallata dalla lettura di testi di poesia, a Mignanego, Camogli e Mele (3, 18 e 24 marzo): li organizza l’assessorato al turismo e cultura della Provincia di Genova per presentare al territorio della nuova cartina tematica ‘I luoghi del sacro’.

Il ciclo di appuntamenti culturali, intitolato ‘Tra terra e cielo’, è promosso dall’assessora Anna Dagnino per valorizzare, attraverso la diffusione della cartina edita dalla Provincia, i luoghi del territorio genovese legati alla spiritualità religiosa cristiana e alla devozione popolare.

Il primo appuntamento è domani, sabato 3 marzo alle 20.30, presso la Parrocchia di Sant’Ambrogio a Mignanego. Domenica 18 marzo alle 18 sarà la volta del Santuario del Boschetto a Camogli e ancora sabato 24 marzo alle 21 il concerto-spettacolo si terrà presso l’Oratorio di Sant’Antonio Abate a Mele.

Il ciclo degli incontri, incentrato sul tema del sacro, coerente con la cartina, propone un connubio tra poesia e musica sacra, da sempre arti sorelle reciprocamente influnzate. La direzione artistica è di Ivano Malcotti.

È stata fatta una scelta di poesia religiosa del primo secolo della letteratura italiana, con inserzioni di alcuni componimenti per lo più anonimi, tratti da altre raccolte di laude e testi di Guittone d’Arezzo. È un’occasione per ripercorrere un capitolo fondamentale della nostra poesia. Le letture poetiche, a cura di Daniele Gatti, sono intercalate da un concerto di sonate per organo a cura del Maestro Stefano Peruzzotti con componimenti di Bernardo Pasquini (1637 – 1710), Baldassarre Galuppi (1706 – 1785), Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) e John Stanley (1712-1786).

I concerti-spettacolo, a ingresso libero, si svolgeranno in luoghi opportunamente individuati in base al tema della cartina ‘I Luoghi del Sacro’, che nell’occasione verrà appunto illustrata al pubblico.

In particolare la cartina valorizza le tradizioni religiose legate agli usi e alla quotidianità popolare del territorio genovese: le raccolte di ex voto, le processioni delle Casacce, il profondo e diffuso sentimento di devozione nei confronti della Madonna, si manifestano in tante testimonianze tangibili e fruibili, per cui i percorsi devozionali proposti possono rivelarsi un patrimonio unico permettendo ai visitatori di coniugare natura, cultura e arte.

Più informazioni