Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primarie Arenzano, Lunardon: “Lavoriamo per l’unità del partito e della coalizione”

Arenzano. Questa mattina il segretario provinciale straordinario del Pd Giovanni Lunardon sarà ad Arenzano per incontrare la segreteria del circolo del partito democratico e la vincitrice delle primarie, l’indipendente Maria Luisa Biorci.

Lunardon dovrà cercare di tenere “in piedi la baracca” uscita malconcia dalle primarie di coalizione, come a Genova, se non peggio.

“I quattro sfidanti alle primarie di domenica provenivano tutti dal Pd – precisa immediatamente Lunardon – ancora una volta la frammentazione delle candidature non ha giovato al candidato sostenuto dal partito di Bersani. L’alta affluenza (oltre 1700 partecipanti n.d.r) dimostra come le primarie siano uno strumento importantissimo per coinvolgere la comunità nelle scelte politiche”.

Sicuramente l’affluenza ha sorpreso molti, ma secondo gli sconfitti, l’attuale sindaco Gambino e i sostenitori di Patrizia Grillo, il dato sarebbe stato falsato dalla presenza di votanti degli altri schieramenti, con l’obiettivo di far perdere il candidato designato dal Partito Democratico.

“Occorre fare una riflessione sulle regole alla base delle primarie non solo qui in Liguria, ma a livello nazionale. Questo però non deve far parlare di un ripensamento nei confronti di uno strumento che è alla base del nostro partito”.

La situazione ad Arenzano è molto delicata, sarà complicatissimo per il segretario ricucire i rapporti tra Grillo e Biorci, ma anche tra i membri del circolo democratico e i vendoliani, che hanno sostenuto la candidatura della Biorci. Il rischio principale è che il Pd di Arenzano si spacchi e dia vita ad una lista civica che si aggiungerebbe a quella dell’ex sindaco di Cogoleto, e consigliere regionale del Pd, Luigi Cola, il tutto a vantaggio di un centro destra che a differenza di Genova si presenterà unito alle urne.

Il primo passo secondo Lunardon spetterebbe proprio alla Biorci: “Adesso chi ha vinto deve fare una proposta che parli a tutta la coalizione, non solo al Pd, ma anche all’Udc. Deve essere garantita l’unità della coalizione”.

Sarà importante capire cosa farà il partito di Casini e Monteleone. L’Udc, infatti, formalmente non ha partecipato alle primarie ma ha sottoscritto l’accordo con Pd e Sel prima delle stesse.

“E’ normale che ci sia un contraccolpo, ma da oggi noi lavoriamo perché il progetto porti la coalizione a vincere le elezioni del prossimo maggio. Ringrazio Patrizia Grillo per il lavoro importante come segretaria del circolo e per la generosità dimostrata in questa campagna. – aggiunge Lunardon – e oltre a lei anche Marco Bonavia e Vincenzo Grande, perché è grazie all’impegno dei 4 candidati se si sono recati alle urne oltre 1700 arenzanesi”.

Lunardon non parla di come vadano riviste le regole: “Le primarie non sostituiscono la politica, anzi bisogna svolgere un lavoro politico prima, durante e dopo e spetta al vincitore delle primarie creare le condizioni perché ci sia unità nella coalizione”.