Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Prè, controlli a tappeto: chiuso un bar cinese, in manette uno spacciatore e un rapinatore

Prè. Saracinesche serrate per un bar di via Gramsci gestito da cinesi, diventato luogo di ritrovo di cittadini stranieri e italiani dediti alla commissione di reati fra i più vari. E’ questo il primo esito dei controlli a tappeto effettuati dal commissariato di Prè su tutto il territorio di propria competenza.

Grazie a numerose segnalazioni provenienti dalla cittadinanza, è anche stato arrestato un noto ed abituale spacciatore di eroina, che operava nella zona della Commenda. Gli agenti hanno effettuato una perquisizione nella casa dell’uomo, di origine tunisina, trovando 40 grammi di droga e 1500 euro in contanti, nonché un bilancino e materiale per il confezionamento delle dosi. Il 33enne Aladine Ajmi è stato arrestato, mentre la compagna, una 24enne italiana, è stata denunciata. A seguito del rilevamento delle impronte, l’uomo è risultato anche essere ricercato.

Infine, gli agenti del commissariato hanno anche arrestato un pregiudicato italiano di 52 anni, P.B., a carico del quale l’autorità giudiziaria ha deciso di ripristinare la custodia cautelare in carcere per i prossimi 3 anni e 7 mesi. L’uomo ha commesso reati di estorsione e lesioni in concorso, nonché rapina.