Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Moschea a Genova, decisione rinviata: la delusione dell’imam e l’impegno di Marco Doria

Più informazioni su

Genova. La pratica moschea di Genova è stata rinviata e dovrà decidere la prossima amministrazione. Subito dopo la decisione sono arrivate le prime reazioni, tra cui quella dell’iman della comunità islamica genovese e del candidato sindaco Marco Doria. Sulla pratica, infatti, dopo il compromesso annunciato due giorni fa dall’assessore Ranieri e dalla sindaco Vincenzi, ieri è arrivato il nuovo aut aut: la parola Lagaccio non deve rimanere nella delibera.

“Siamo delusi e ora torniamo a ragionare sul progetto di Coronata – ha dichiarato l’imam di Genova, Salah Husein – Quel capannone di Coronata è ancora di nostra proprietà – ha dichiarato Husein – non so se riprenderemo il progetto o ne faremo uno nuovo. Noi abbiamo fatto tutto il possibile per cercare il dialogo con la città. Sono dieci anni che aspettiamo e nel frattempo paghiamo gli affitti nei vari luoghi di culto adibiti a piccole moschee”.

Intanto Marco Doria ha dichiarato di volersi si impegnare affinché Genova abbia la sua prima moschea. Il candidato sindaco del centrosinistra, che finora non si era mai espresso sul tema, ha detto: “Mi impegnerò affinché la moschea si faccia, è un diritto costituzionale su cui non si può discutere”.