Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavoro, Provincia di Genova: “Incentivi alle aziende che assumono in modo stabile”

Più informazioni su

Genova. Nonostante la crisi, la Provincia, con uno specifico bando, darà un bonus alle aziende che assumeranno a tempo indeterminato lavoratori disoccupati o stabilizzeranno quelli precari. Questi interventi rientrano nei 660.000 euro dal Fondo nazionale per l’occupazione, nel programma “Welfare to Work” a sostegno delle imprese e delle assunzioni di chi non ha un lavoro stabile.

Gli incentivi riguardano tutte le aziende private, per l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori sotto i 45 anni d’età, senza occupazione stabile da almeno dodici mesi, iscritti ai centri per l’impiego e residenti o domiciliati in provincia di Genova. Il bando della Provincia – già scaricabile online – prevede contributi differenziati per le assunzioni stabili a tempo pieno e per quelle part-time: “Per ogni contratto di assunzione o stabilizzazione a tempo pieno – dice Michele Scarrone, direttore delle politiche del lavoro e formazione della Provincia – il bonus all’impresa sarà di 5.000 euro, mentre in caso di stabilizzazione a part-time, per almeno
20 ore settimanali, il bonus sarà di 2.500 euro”.

Le domande per richiedere i contributi alle assunzioni, secondo le modalità stabilite dal bando e con la documentazione richiesta, si potranno presentare dal 16 aprile al 31 maggio prossimi. Bando e moduli sono scaricabili dai siti della Provincia www.provincia.genova.it/lavoro – www.provinciaimpresa.it e per altre informazioni c’è anche il numero verde 800363622.

Il nuovo bando della Provincia prosegue quelli già attuati fra il 2009 e il 2011 con fondi europei e regionali per favorire l’occupazione e stabilizzare i lavoratori precari: “complessivamente hanno sostenuto – dice Michele Scarrone – l’assunzione stabile di 2.103 lavoratori in 1176 imprese. I bonus da soli non sono risolutivi per tutti i problemi aperti dalla crisi, ma in un quadro di azioni complessive e integrate possono dare sostegno concreti al reimpiego dei lavoratori e alle imprese in un periodo segnato da forti difficoltà finanziarie.”