Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavoratori Dec da mesi senza stipendio, Grandi Stazioni: “Massima attenzione, venerdì nuovo incontro”

Genova. Diciannove lavoratori senza stipendio da oltre tre mesi più gli impiegati e i tecnici, e le utenze tagliate da sabato scorso. La vicenda dei lavoratori della Dec, l’impresa edile che si occupa della riqualificazione di Grandi Stazioni, con cantieri aperti nelle stazioni di Genova Brignole e Principe, appare sempre più complessa. Mentre i titolari sono in carcere indagati dalla Procura di Bari, venerdì prossimo è convocato un incontro tra le parti fissato da Grandi Stazioni che ha ribadito la sua “massima attenzione”.

“Grandi Stazioni ha monitorato e continua a monitorare con la massima attenzione l’evoluzione della vicenda – scrive l’azienda in una nota – nella prospettiva di salvaguardare le ragioni di tutti i soggetti a vario titolo coinvolti. E ciò con riguardo, sia al pubblico interesse sotteso alla realizzazione dell’opera da parte della stazione appaltante, sia alle legittime istanze dei dipendenti dell’impresa DEC. Il 23 marzo si è svolto un incontro con i rappresentanti delle società appaltatrici, “nel corso del quale sono stati analizzati tutti i possibili strumenti attraverso i quali consentire la prosecuzione dei lavori nel rispetto dei vincoli posti dalla normativa vigente in materia di contratti pubblici.

I problemi da affrontare appaiono particolarmente complessi e, conseguentemente, le parti intervenute hanno rilevato la necessità di effettuare ulteriori approfondimenti i cui esiti verranno discussi nel corso di un incontro fissato per il prossimo venerdì 30 marzo”.

Nel frattempo l’onorevole Mario Tullo ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Economia e a quello dei Trasporti: “Oltre alle legittime preoccupazioni occupazionali e il rispetto dei diritti dei lavoratori coinvolti – dice Tullo nell’interrogazione – la situazione che si è determinata rischia di allungare di molto i tempi di un cantiere che ormai da anni coinvolge le due stazioni, mettendo in difficoltà gli operatori commerciali trasferiti in box di fortuna, creando fortissimi disagi ai passeggeri, e con una pessima ricaduta sull’immagine turistica della città e del Paese, nonché per lo stesso patrimonio delle Ferrovie”.

E chiede al governo “Quali provvedimenti intende assumere affinché siano garantiti da subito i salari ai lavoratori coinvolti, e quali atti intende muovere coinvolgendo Grandi Stazione per sapere alla luce di questa nuova situazione proseguire e completare i lavori di restyling delle due maggiori Stazioni Genovesi”.