Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Gronda, il centro destra si ricompatta contro Doria: “L’eterno indeciso” foto

Genova. Entra nel vivo la corsa a Tursi e cominciano le polemiche sui punti caldi della campagna, come la Gronda. Il centro destra, finora diviso, grazie alle parole di Pierluigi Vinai e di Emanuele Basso, della lista di Enrico Musso, sembra ricompattarsi, o forse si schiera semplicemente unito contro il candidato rivale per eccellenza in queste elezioni amministrative: Marco Doria, vincitore delle primarie del Pd.

Doria avrebbe dichiarato che, per quanto riguarda la Gronda, servono ulteriori accertamenti, abbandonando un po’ l'”opzione zero”, ovvero la non realizzazione dell’opera. Questo passo viene interpretato dai rivali come incertezza. Il candidato sindaco Vinai, indipendente sostenuto dal Pdl, attacca: “Siamo sicuri che questo sia un vero cambio di posizione? Non sarà che un domani, la sinistra ‘dei no’ che gli ha permesso di essere il loro candidato sindaco, non gli farà rimangiare la sortita odierna e tutte quelle che cercherà di fare in autonomia? Doria fa e disfa in continuazione, tratta e ritratta di certo c’è solo la sua notte arancione”.

Dello stesso avviso Emanuele Basso, esponente della lista civica che sostiene Enrico Musso, il quale incalza quelli che vengono definiti “programmi diversi anche all’interno della sua stessa lista”: “Il ravvedimento operoso sarebbe apprezzabile – spiega Basso – se non si scontrasse con la candidatura, proprio nella lista che sostiene Doria, di Gian Piero Pastorino, già leader del movimento No-Gronda”.

Torna subito alla mente la dichiarazione del segretario del Pd, Giovanni Lunardon, alla presentazione della lista dei consiglieri del partito, dove aveva definito il centro destra “sgangherato e rotto in tre pezzi”. Sembra quindi che, avvicinatasi la scadenza della presentazione delle firme, prevista per il mezzogiorno di martedì 3 aprile, i vari candidati siano entrati finalmente nella battaglia per aggiudicarsi la carica di sindaco di Genova.