Genova, accordo Gaslini-Caritas Baby Hospital: formazione continua per curare i bimbi palestinesi - Genova 24
Cronaca

Genova, accordo Gaslini-Caritas Baby Hospital: formazione continua per curare i bimbi palestinesi

gaslini

Genova. Una rete di solidarietà che parte da Genova e attraversa il Mediterraneo, fino ad arrivare a Betlemme, in Palestina.

E’ questo il senso dell’accordo sottoscritto tra l’ospedale Gaslini ed il Caritas Baby Hospital di Betlemme. L’obiettivo è quello di salvare neonati e bambini che non avrebbero l’accesso all’unico ospedale pediatrico della zona, privo dei reparti di terapia intensiva neonatale e pediatrica.

Il Gaslini, allora, interverrà per preparare il personale medico ed infermieristico e permettere così la realizzazione di quelle preziose strutture.

L’accordo di collaborazione è stato siglato dal presidente dell’Istituto Gaslini, professor Vincenzo Lorenzelli e dal direttore del Caritas Baby Hospital di Betlemme Issa Bandak.

“Siamo rimasti davvero molto colpiti dalla motivazione del personale e dalla preparazione di ottimo livello, specialmente in campo infettivologico – ha raccontato il Direttore Generale Paolo Petralia lo scorso settembre, al suo rientro dal sopralluogo presso l’ospedale palestinese – c’è ancora tanto da fare, ma questo accordo segna un primo passo importante per la sopravvivenza e la qualità di vita di tanti bambini, nel solco della tradizione del Gaslini che, da sempre, ha iscritto nel proprio DNA l’innovazione e la condivisione della cultura pediatrica, e che siamo convinti sia nostro compito portare avanti verso tutti i bambini, anche in momenti di congiunture difficili come le attuali”.