Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, 20.000 presenza per la Storia in Piazza

Più informazioni su

Genova. Sono complessivamente 20.000 le persone che hanno finora partecipato alle varie iniziative de La Storia in Piazza, il ricco calendario di incontri, teatro, concerti, mostre e attività per le scuole, a Palazzo Ducale fino a domenica 1° aprile.

Domani – giornata di chiusura dell’edizione 2012 – si prevede la presenza di ospiti straordinari, da Robin Blackburn che parlerà della tratta degli schiavi africani a Salvatore Veca che, insieme a Nicla Vassallo, affronterà il tema della cittadinanza, al sociologo Michel Wieviorka, che si occuperà di integrazione dal punto di vista dei portatori di differenze, fino a Marc Augé che terrà una conferenza sul tema “Il futuro come straniero”: per il grande etnologo e antropologo riprendere possesso del futuro può partire dall’ascolto e dalla comprensione di civiltà lontane. Alberto Manguel con l’intervento “La biblioteca dell’ebreo errante” ci guiderà in un affascinante viaggio tra libri e culture mentre Goffredo Fofi e Uliano Lucas prenderanno in esame la questione dei grandi spostamenti dal Sud al Nord d’Italia. Da segnalare la lectio di Fernando J. Devoto sulle ondate migratorie dall’Europa del Sud all’America meridionale.

Come per ogni edizione anche quest’anno viene proposta una riflessione su alcuni “temi civili”. Il tema del 2012 è “cittadinanza” e per approfondire il suo significato La Storia in Piazza si chiude – alle ore 21, nel Salone del Maggior Consiglio – con la conferenza di Stefano Rodotà, “Cittadinanza e diritti”.