Genoa, tour de force senza Granqvist: ma le avversarie certo non ridono - Genova 24

Genoa, tour de force senza Granqvist: ma le avversarie certo non ridono

granqvist genoa web

Genova. A Pegli si respira l’aria delle grandi occasioni. Domenica va in scena Genoa-Juventus. Sfida che si presenta da sé, tutti gli uomini di Marino sognano una maglia da titolare. Purtroppo, qualcuno dovrà accontentarsi della panchina o della tribuna. A rischiare anche Sculli. L’eroe di Lecce non è al meglio, le sue condizioni andranno valutate nelle prossime ore. Sicuro il forfait di Granqvist, rimarrà ai box per un paio di mesi.

Quella dello svedese è un’assenza non da poco, senza di lui la difesa traballa. Il Genoa paga dazio alla sorte ma nemmeno le prossime avversarie hanno avuto sconti. Anzi, a ben vedere, i rossoblù pagano uno per avere due se non addirittura tre: alla faccia della promozione in stile supermercato.

Cominciamo dall’ormai imminente sfida del Ferraris con la Juve. Come detto il vichingo sarà costretto a issare bandiera bianca. Tegola pesante ma ai bianconeri è andata pure peggio. La Vecchia Signora di difensori ne aveva persi due in un colpo solo per infortunio: Chiellini e Barzagli. E le buone notizie per l’attacco rossoblù non finiscono qui. Nel recupero di ieri della 23ª giornata tra Bologna e Juve, Bonucci si è visto sventolare in faccia il cartellino rosso. Non sarà facile per mister Conte metterci una pezza, i centrali di ruolo nella rosa della Juve sono finiti. Probabilmente sarà il cileno Vidal ad affiancare Caceres.

Dopo la Juve ecco la trasferta in casa della Roma. Granqvist se la guarderà ancora una volta dalla tribuna. A fargli compagnia i giallorossi Burdisso e Juan, altri due difensori a cui il destino si è rivoltato contro. Quasi certa, nonostante manchino dieci giorni alla gara, l’assenza del bosniaco Pjanic. Il Grifo ha il dovere di approfittare di queste assenze.

Il calendario dice poi Fiorentina. Allo stato attuale delle cose, difficile dire chi dei viola rimarrà chiuso in infermeria; possibile che a marcare visita possa esserci il difensore Kroldrup. Solo una ricaduta potrebbe mettere fuori causa il talento di Jovetic.

Il ciclo di ferro si conclude con l’Inter. Nemmeno a dirlo, Granqvist sarà ancora alle prese con l’infortunio al ginocchio. E i nerazzurri come si presenteranno al match? Nella speranza che cartellini e infortuni possano mettere in difficoltà Ranieri, le certezze arrivano da Ranocchia; non dovrebbe recuperare prima della 31ª giornata.

Ma torniamo all’immediato e quindi al match contro i bianconeri di Conte. Sicuro di scendere in campo l’imprendibile Palacio che ieri si è allenato a parte (con lui il portoghese Veloso). Oggi tornerà in campo per affinare l’intesa con Gilardino. L’ex viola ha finalmente messo alle spalle l’infortunio, contro i bianconeri tornerà a far coppia con l’argentino. Uno spettacolo per gli occhi, un motivo di speranza per ogni tifoso rossoblù. Con quei due là davanti, nessun avversario fa paura.

Kevin Constant non vede l’ora di scendere in campo contro la Juventus: “Tutti noi vorremmo disputare spesso sfide così- ha confidato l’ex Chievo Verona sul sito della società- Anche se le difficoltà sono notevoli, la cornice di pubblico e l’attesa palpabile che scandisce l’evento implicano giorni diversi dagli altri, una gran bella atmosfera. Le ultime prestazioni dicono che siamo in crescita, dobbiamo insistere e muovere la classifica contro una squadra come la Juve che se sbagli, nove volte su dieci, ti frega. Il ritorno di Gilardino è importante, in area è sempre pericoloso, attira su di sé frotte di avversari e libera bene i compagni. Se dovessi toglierne uno agli avversari, non avrei dubbi, sceglierei Pirlo”.

Grifone sempre attivo sul fronte mercato. Il quotidiano brasiliano Jornal A Cidade annuncia l’ultimo acquisto di Preziosi. Stando a quanto si legge i rossoblù avrebbero messo le mani sul sedicenne attaccante Sartore dall’Olè Brasil. A darne conferma lo stesso presidente del club carioca Andrè Zolla.