Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa Port Run: gara podistica sui moli del Porto il 25 marzo

Più informazioni su

Genova. Una corsa unica, tra le banchine delle merci e i terminal passeggeri del porto, spettacolare come il suo arrivo alla Lanterna: è la Genoa Port Run – domenica prossima 25 marzo – prima gara podistica in Italia che si svolge tutta sui moli, promossa dalla Provincia con l’Autorità Portuale e la Capitaneria di Porto e organizzata da Uisp e Genoa Port Center, lungo un percorso di 7.8 chilometri che partirà da Calata Santa Limbania alle 10, con testimonial d’eccezione tra i campioni dell’atletica nazionale come Armando Sanna ed Emma Quaglia e le premiazioni ai vincitori del presidente della Provincia Alessandro Repetto (in gioventù appassionato mezzofondista), del presidente dell’Autorità Portuale Luigi Merlo, dell’ammiraglio Felicio Angrisano, comandante del Porto e del presidente della Lega Atletica di Uisp Tommaso Bisio.

Alla Genoa Port Run è ancora possibile iscriversi sino a sabato 24 nel gazebo al Porto Antico, di fronte all’Info Center turistico della Provincia di Genova alla Palazzina Santa Maria (e i moduli di iscrizione sono scaricabili e compilabili anche dai siti dell’Uisp www.uisp.it/genova e del Genoa Port Center www.genoaportcenter.it). La zona di ritrovo e riscaldamento, a partire dalle ore 8 di domenica, sarà nell’area fra l’Antica Darsena, il Galata Museo del mare, la Facoltà di Economia e l’Istituto Nautico San Giorgio (nella cui palestra ci saranno gli spogliatoi e i servizi igienici per i partecipanti).

La partenza è fissata alle 10 a metà della via di Calata Santa Limbania (dietro al Silos Hennebique, adiacente al Palazzo dell’Agenzia delle Dogane). Il percorso toccherà poi i ponti dei Mille, Doria e Colombo, il sottopasso del terminal traghetti, i ponti Assereto e Caracciolo, via al Passo Nuovo, via all’ex Idroscalo – la sopraelevata portuale (ponti Etiopia, Eritrea, Somalia, Libia e calata Derna) e ritorno per l’elicoidale della Lanterna, il terminal contenitori SECH, il varco doganale di San Benigno, il piazzale San Benigno (Sala chiamata CULMV), la passeggiata e il parco della Lanterna (realizzati dalla Provincia che ha aperto il faro alle visite d’intesa con la Marina e restaurato anche le sue fortificazioni dove ha allestito un avanzato museo multimediale) con arrivo al Belvedere della Lanterna, dove si svolgeranno le premiazioni alle 11.

Grazie ai contributi pubblici e privati che hanno sostenuto l’organizzazione della manifestazione, tutto il ricavato delle iscrizioni sarà devoluto a favore del Centro Stella maris di Genova attraverso il Comitato Welfare della gente di mare del porto di Genova. Stella Maris incontra quotidianamente i marittimi soprattutto stranieri in transito nel nostro porto, sia ospitandoli nei suoi centri di accoglienza (Seamen’s Club) genovesi a Di Negro e Voltri, sia sotto il bordo delle navi, offrendo assistenza, informazioni e uno speciale servizio di “ship visiting” con volontari certificati.