Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Gastaldello lancia la Samp: “Possiamo ancora farcela”. Foggia: “Che pubblico!”

Più informazioni su

Genova. “Contro la Nocerina dobbiamo vincere per cancellare l’umiliante 4-2 della gara d’andata, ho un ricordo pessimo di quella giornata”. Capitan Gastaldello carica i compagni, sabato (si gioca al Ferraris) bisogna strappare i 3 punti a ogni costo: per la classifica e per rifarsi di quella inaspettata figuraccia.

“Contro l’Ascoli abbiamo buttato via due punti preziosi, per fortuna ci siamo rifatti con il Cittadella. Siamo arrivati in un momento della stagione nel quale non sono più ammessi errori, soprattutto in casa. Il 6° posto è ancora lontano e il tempo stringe, diamoci da fare. Non possiamo permetterci di perdere tempo in calcoli e tabelle, dobbiamo concentrarci esclusivamente sul vincere tutte le gare che affronteremo di qui alla fine. L’ultima partita del campionato contro il Varese? Spero che arrivati a quel punto non conti più nulla, vorrebbe dire che ci troveremmo 4 punti sopra di loro. Non avrei mai pensato che il campionato di B fosse così difficile ma siamo ancora in tempo per raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati in estate”.

Nella testa del capitano c’è però solo e soltanto la Nocerina: “Squadra ordinata e temibile. Si difendono e ripartono in contropiede; dovremo essere capaci di scendere in campo con il giusto atteggiamento tattico e agonistico. Rispetto a qualche tempo fa abbiamo ritrovato la fiducia in noi stessi e non lasceremo nulla di intentato”.

In compagnia di Gastaldello, alla Fiera Primavera, ecco Foggia. Il folletto blucerchiato punta tutto sulla forza del pubblico blucerchiato: “I tifosi ci sono sempre stati vicini. Lo hanno fatto anche quando le cose giravano per il verso sbagliato. Speriamo di riuscire a ripagare l’affetto e il sostegno che non ci hanno mai fatto mancare”.

Il fantasista, alla Samp ma di proprietà della Lazio, sogna di restare in blucerchiato ancora a lungo: “Purtroppo non posso decidere io. Potessi seguire quello che mi dice il cuore rimarrei sicuramente a Genova. Faccio parte di una grande squadra supportata da una grande società e da una tifoseria straordinaria. Per me sarebbe fantastico riassaporare il gusto della Serie A con questa maglia”.

Ieri l’ennesima tappa di avvicinamento alla Nocerina sul verde di Bogliasco. Sempre a parte Padalino e Pozzi (oggi l’ecografia per valutare i tempi di recupero). Iachini punterà ancora una volta sul rinato Pellè. Gastaldello e Munari non hanno preso parte alla consueta partitella del mercoledì ma sabato ci saranno.