Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La moglie distrae il marito ruba: identificati autori di numerosi furti

Genova. Dopo una lunga indagine della Polizia del Commissariato di Prè è stata denunciata a piede libero una romena di 44 anni, complice di un borseggiatore, già arrestato nel mese di febbraio. La donna è stata riconosciuta grazie a un complesso lavoro svolto dagli agenti della Questura genovese, che ha permesso di porre fine all’attività criminale della coppia.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il borseggiatore e la sua complice erano stati individuati da un pensionato genovese poco dopo aver messo a segno l’ennesimo colpo. L’anziano infatti era stato taccheggiato su un mezzo pubblico ma, accortosi del furto, aveva immediatamente chiesto aiuto ed indicato il romeno come presunto autore del fatto. Una volta sopraggiunti gli agenti, addosso all’uomo non era stata individuata la refurtiva. Solo a quel punto l’anziano si è ricordato di una donna sull’autobus insieme al ladro. I due si sono però separati e lei ha fatto perdere le proprie tracce.

Le indagini della Polizia si sono quindi concentrate sugli ultimi furti avvenuti in zona e grazie all’immagine di una videocamera di sorveglianza, l’uomo è stato collegato a un furto di bancomat, mentre usava la carta rubata per fare un prelievo. Attraverso dei rilevamenti antropometrici, esami che consentono di rilevare meglio il volto, effettuati dalla Polizia scientifica, il romeno di 47 anni è stato così collegato ad altri furti, fermato e arrestato.

A seguito della perquisizione, dal cellulare dell’uomo gliagenti sono risaliti anche alla complice, fermata grazie a un abbonamento dell’autobus non suo, presente nel suo portafogli. La donna è stata così riconosciuta dalla vittima dopo aver mostrato delle fotografie alla vittima. Ora la romena è denunciata a piede libero come complice dei reati commessi con il compagno.