Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Football americano, i Predatori volano più in alto dei Condor Grosseto

Chiavari. Doveva esser una partita intensa, quella a Grosseto, e così è stato. Condor e Predatori si sono dati battaglia davanti ad un pubblico numeroso che ha riempito le gradinate. Le squadre si sono date battaglia fin dal primo istante andando in vantaggio alternativamente, sfruttando i buchi nelle difese, sabato sera non proprio in serata di grazia.

Aprono le marcature i tigullini con Brakollari, ma la reazione dei Condor si fa attendere davvero poco e arriva per mano di Daviddi. Nel secondo quarto ancora Brakollari, di corsa prima, e Spiaggi, su ricezione poi, dopo portano avanti i Predatori, ma i padroni di casa rispondono con un passaggio di Corsini per Ceccarelli, e le squadre vanno al riposo sul
risultato di 21 a 13 per i Predatori.

Un infortunio toglie dal match Daviddi (i grossetani ne risentono più del previsto) e i Predatori allungano con Spiaggi che riceve dal “redivivo” Biasotti un passaggio di una quarantina abbondante di yards. Squadre sul 27 a 13 per gli ospiti. A questo punto viene fuori la grinta dei Condor che con un “uno-due” da manuale vanno per la prima volta in vantaggio,
seppur di un punto. Due corse di Emanuele Cannatella ed Ettore Pastorelli, concluse entrambe in td, portano i grossetani avanti 28 a 27.

E ora, il cardiopalma. Negli ultimi minuti del match succede di tutto, con i Predatori che tornano in vantaggio (28-35) con una corsa di 11 yds di Bisso trasformata alla mano da Battistone. Poi i Condor che ribattono (36-35) grazie a Cannatella che segna e a Corsini che trasforma. Partita finita? Nemmeno per sogno. Predatori che con Malabruzzi (da Biasotti) e Brakollari (che trasforma) si riportano avanti 36-43. Palla ai Condor che però vengono fermati al quarto tentativo e centimetri dalla difesa ligure, che ha espresso in quest’occasione la miglior prestazione dell’intero match, che riconsegna la palla ai Predatori. Manca poco più di un minuto e mezzo, che i Predatori gestiscono con abilità in attesa del fischio finale.

Con questo risultato, la classifica del girone si “stringe”: I Predatori scavalcano (grazie solo agli scontri diretti) i Condor e, due punti più sotto Wolfpack e Storms. A fine girone di andata i giochi per i playoff sono più che aperti, quasi spalancati.