Quantcast

Film sulla Diaz, il ministro Cancellieri: “Andrò a vederlo”

Il ministro Annamaria Cancellieri andrà a vedere il fil sulla scuola Diaz, che sarà nelle sale a partire dal prossimo 13 aprile: “Il film sulla Diaz? “Voglio andare a vederlo e andrò, ho letto l’invito del produttore Domenico Procacci, ma avevo già deciso di andarlo a vedere. A questo punto andrò a maggior ragione, poi magari lo chiamo e gli dirò la mia impressione” ha detto il ministro, che ha risposto all’invito rivoltole da Domenico Procacci, produttore della Fandango che distribuirà nelle sale ‘Diaz. Don’t clean up this blood’ di Daniele Vicari, presentato il mese scorso al Festival di Berlino.

Il film racconta le vicende del G8 di Genova 2001. Il ministro, però, non crede che esista una frattura tra forze dell’ordine e Paese. “Non credo che ci sia – ha detto – Vedo che il Paese ama molto le forze dell’ordine, non vedo fratture. Però è giusto che mi vada a documentare, perché tanto più si conosce, tanto meglio si fa”.

Presentato al festival di Berlino, dove ha vinto il premio del pubblico nella sezione Panorama, il film racconta i fatti del G8 a Genova ed è stato girato sotto la lanterna nella scorsa estate.

Il film, costato quasi 10 milioni di euro, è stato prodotto dalla Fandango ed interpretato da Claudio Santamaria, Jennifer Ulrich, Elio Germano, Davide Iacopini, Ralph Amoussou, Fabrizio Rongione e Renato Scarpa.

La pellicola ricostruisce “la più grave sospensione dei diritti democratici in un Paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale“, così definisce Amnesty International i pestaggi avvenuti nel 2001 durante il G8 di Genova alla Scuola Diaz.