Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fascia di rispetto di Prà, Murolo: “Gli abitanti hanno già pagato un prezzo altissimo per il terminal”

Genova. Giuseppe Murolo, Consigliere comunale del gruppo consiliare l’Altra Genova, presenterà oggi in Consiglio Comunale un ordine del giorno in merito alla riqualificazione della fascia di rispetto di Prà.

Il Consigliere ha dichiarato: “Le delegazioni di Prà e Palmaro una volta erano conosciute per le bellezze paesaggistiche, come spiagge, ville storiche e colline verdi, ma che in nome del progresso hanno cambiato fisionomia con la conseguente perdita di identità. La zona si è trasformata in area portuale dedicata al carico, scarico e deposito di container e le colline soprastanti sono state deturpate da insediamenti di caseggiati di edilizia popolare di indubbio gusto architettonico”.

“Gli abitanti di dette zone hanno già pagato un prezzo altissimo per far spazio alla costruzione del terminal container, cantiere aperto da oltre 40 anni e non ancora concluso – aggiunge Murolo – arrecando ai residenti problemi legati al degrado ambientale nonché rischi per la salute pubblica. Si ricorda a proposito la sosta per più di un anno all’interno del porto di un container contenente materiale radioattivo che tanta preoccupazione ha destato nella popolazione ivi residente”.

Continua Murolo: “I vari progetti di riqualificazione del litorale sono condizionati dall’invadenza dell’attività portuale e che la prospettata posa in opera di ulteriori binari ferroviari aumenteranno il disagio e l’inquinamento acustico, rendendo la vita dei cittadini ancora più difficile. Inoltre, è stato più volte richiesto lo spostamento a mare del deposito container e delle ferrovie, consentendo l’estensione della fascia di rispetto di Prà fino a Voltri con beneficio da parte della collettività del Ponente genovese”.

Murolo conclude: “Per tutti questi motivi, chiedo l’intervento del sindaco e della Giunta, affinché venga salvaguardata e sgomberata la fascia di litorale nel tratto compreso tra Via Prà ed il terminal VTE, nel tratto tra il Rio Branega ed il rio San Giuliano utilizzando dette zone per il prolungamento della fascia di rispetto di Prà e si attivino al più presto tutte le procedure necessarie per la pianificazione e la realizzazione dell’estensione di detta fascia. Aggiungo inoltre che, a tal fine, si interrompa immediatamente la cantierizzazione di questo sito e il suo l’utilizzo come area di parcheggio per containers. Vanno poi spostati a mare i binari esistenti della ferrovia Genova Ventimiglia, e bisogna aprire un tavolo tecnico con la convocazione degli Enti interessati per porre fine ai lavori già iniziati”.