Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elezioni Rapallo, giovani, anziani, lavoro e sostenibilità: il programma di Antonella Cerchi

Rapallo. Spazi verdi e spazi gioco attrezzati, sicuri e vigilati, servizi innovativi per i bambini e le  famiglie; Passeggiata mare pedonale la domenica per i bambini; servizi agli anziani, supporto nella gestione della vita quotidiana e nella qualità del tempo libero; servizi di accoglienza e collaborazione con le comunità dei migranti; attenzione alle esigenze dei pendolari e alla qualità del trasporto pubblico; promozione, sostegno e collaborazione con l’associazionismo e il volontariato.

Ecco i principali cardini del programma della candidata sindaco del centrosinistra, Antonella Cerchi. “Un programma elettorale non è un elenco di cose da fare: è  un punto di vista sulla città. Definisce principi e stabilisce priorità, indica quali valori si vogliono promuovere e quali disvalori accantonare – dichiara la candidata – E’ il futuro che vogliamo per la nostra città”.

Entrando più nel dettaglio, lo scopo della coalizione è quello di mettere in atto iniziative per l’applicazione degli esiti del referendum sull’acqua; l’assoluto rispetto dell’accesso libero al bagnasciuga e potenziamento del numero delle spiagge libere e attrezzate accessibili; la riqualificazione della passeggiata a mare e del molo dei “primeri”; il ripristino dei posti pubblici di transito nel porto; la riqualificazione  ambiente marino per la crescita ittica in un rinnovato sistema biomarino; azioni sulla mobilità e sulla promozione delle energie rinnovabili per la qualità dell’aria; promozione e sostegno delle attività agricole e di manutenzione e presidio delle colline; promozione delle ristrutturazioni sostenibili del patrimonio edilizio residenziale; piano di manutenzioni degli edifici pubblici per la produzione di energia da rinnovabili e l’efficienza energetica; pianificazione del territorio: approvazione del Piano Urbanistico Comunale, del Piano Urbano del Traffico, del Piano del Colore, del Regolamento del Verde Urbano; IMU differenziata per i redditi bassi, per chi immette case sul mercato degli affiti anche turistici, per chi ristruttura “ecologicamente”; manutenzione e promozione degli spazi verdi pubblici e dei sentieri, collaborazione con il Parco di Portofino.

Ma non finisce qui. Ecco il sunto del programma diviso in ambiti. “La Rapallo che si muove”: Parcheggio di interscambio al Poggiolino, punto informazioni turistiche, parcheggio Bus Turistici e navette per la città e gli alberghi; Strada di scorrimento sul Golf, creazione zona 30 , Via Mameli strada di quartiere; Parcheggio interrato sotto il campo Macera ed eliminazione dei parcheggi in via Mameli con creazione di un corso alberato per il passeggio; Iniziative per la riduzione del numero di auto in circolazione; Creazione di aree pedonali e ciclopedonali e rinnovo dell’arredo urbano; Riapertura della copertura del San Francesco con creazione di viali alberati, parcheggio in Pellerano Murtula.

“La Rapallo che lavora”: Supporto alla creazione di impresa e al lavoro; Strumenti per supportare l’imprenditoria femminile e giovanile, per la green economy,  l’imprenditoria delle nuove tecnologie, dei servizi alla persona, dell’agricoltura; Ricerca di finanziamenti nazionali ed europei, promozione di formazione professionale qualificante; Supporto alle attività commerciali in tutta la città; Promozione di azioni comprensoriali per la promozione turistica; Supporto alla creazione di consorzi alberghieri  e di servizi di “albergo diffuso” per la commercializzazione di qualità  degli appartamenti; Promozione della creazione di un Centro Congressi comprensoriale e sala polifunzionale nel Cinema Italia; Programmazione di qualità di eventi e manifestazioni turistiche e culturali; Supporto all’iniziativa nel campo dell’intrattenimento, degli spettacoli e dello sport in tutta la città.

“La Rapallo che vive e crea”: Promozione e potenziamento delle attività della Casa della Cultura di Villa Queirolo e della Biblioteca Civica; Museo Immateriale di Rapallo e del suo territorio; Ludoteca e spazio ragazzi; Anfiteatro spettacoli in Villa Tigullio; Supporto e iniziative per gli sport “minori”  e la pesca sportiva; Nuovo campo da calcio a 11 a S.Maria.

“La Rapallo partecipata e trasparente”; Regolamento per il Referendum; Istanze, petizioni, delibera popolare; Diritto di tribuna; Comitati di Quartiere e di Frazione; Bilancio partecipato; Debat public Comunale; Trasparenza amministrativa; Question time popolare; Codice Etico Comunale; Consulte con i soggetti attivi nei diversi settori della vita cittadina.