Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elezioni Rapallo, Carannante: “Rifiuto dell’Imu e salario sociale”

Rapallo.“Un Sindaco dalla parte del cittadino dovrà rifiutare l’applicazione dell’IMU sulla prima casa popolare di abitazione (tanto più insopportabile per chi sta pagando mutui da rapina), e applicare un prelievo progressivo sulle seconde e terze case”. E’ la proposta lanciata dal candidato sindaco Pcl di Rapallo, Andrea Carannante.

“Del resto – spiega Carannante in una nota – non ci illudiamo siamo ancora oggi in attesa della risposta alla nostra domanda di abbattere i privilegi istituzionali di sindaco, assessori, consiglieri e dirigenti del Comune. Le risorse ci sono e sono anche cospicue, così liberate dovranno partecipare al finanziamento di un salario sociale ai disoccupati in cerca di lavoro”.

“Anche questa volta siamo noi a chiedere ai candidati se sono d’accordo ad abolire il finanziamento pubblico di scuole private, laiche o confessionali, devolvendo le risorse così risparmiate all’istruzione pubblica e agli asili. I nuovi eletti se vorranno stare dalla parte del cittadino dovranno opporsi al finanziamento regionale delle cliniche private, a vantaggio della sanità pubblica e della cancellazione dei tickets. Tutti i servizi sociali devono essere pubblici, sotto controllo sociale. Tutte le aziende e servizi privatizzati a Rapallo in tanti anni, vanno recuperati al controllo pubblico”, conclude Carannante.