Elezioni.it dà i voti ai candidati genovesi: bene Doria e Musso, curiosità per Vinai - Genova 24

Elezioni.it dà i voti ai candidati genovesi: bene Doria e Musso, curiosità per Vinai

elezioni.it

Genova. Alla ricerca di appigli per meglio comprendere e raccontare la campagna elettorale genovese, ci siamo imbattuti in questo sito: www.elezioni.it, che tra le diverse elezioni che monitora (dagli Stati Uniti alla Francia) offre gran risalto a Genova. Incuriositi abbiamo contattato i creatori di questo spazio online: Paola Bonesu e Mario Grasso, due giovani neolaureati con la passione per la comunicazione politica, Claudio Bisconti, un programmatore e Riccardo Rudelli, un consulente politico di lunga esperienza, autore di uno straordinario libro sulle voci della politica pubblicato nel 2011, “Verba Non Volant”.

La prima domanda che abbiamo fatto loro è stata scontata, farsi spiegare cosa sia elezioni.it. “Elezioni.it – risponde Mario Grasso – è il primo aggregatore delle pagine facebook dei candidati alle elezioni. Uno strumento che facendo leva sulle virtù dei social network vuole diventare uno spazio di discussione per i politici e di informazione e aggiornamento costante per tecnici e elettori”.

Poi Grasso aggiunge: “Nelle Agorà locali i candidati si metteranno alla prova per dimostrare di essere il politico da votare. Città per città sarà possibile per politici, giornalisti, rappresentanti di categoria inserirsi nel dibattito”.

Perché puntare l’attenzione subito su Genova, cos’ha di interessante dal punto di vista della comunicazione politica 2.0? “Ci incuriosisce la possibilità di mettere a confronto candidati con narrazioni mediatiche così diverse” risponde questa volta Paola Bonesu “Le primarie hanno portato alla ribalta Marco Doria, che suscita entusiasmo sopratutto tra i giovani e che forse per questo motivo gode di una maggiore visibilità sui social media. Ma la sua attività 2.0 può rivelarsi uno stimolo importante per gli altri candidati: sia Musso che Susy De Martini hanno capito le potenzialità della rete e non si sono fatti trovare impreparati. Vedremo ora come proverà a collocarsi Vinai, che anche su questo terreno rischia di scontare il ritardo nella discesa in campo”.

A questo punto abbiamo chiesto di dare una valutazione su questa campagna elettorale, su come i candidati stanno usando gli strumenti e le potenzialità della rete. Ci risponde Rudelli partendo da Marco Doria: “Doria sfrutta ovviamente l’abbrivio della vittoria alle primarie. Mi pare che al momento utilizzi la rete per mantenere alto il sentimento di partecipazione all’avventura elettorale, ma con l’inizio della campagna occorrerà essere più concreti”.

Per quello che riguarda Enrico Musso? “Enrico Musso è da tempo che agisce in rete, si capisce che ha un pensiero organizzativo vedremo se riuscirà a mantenere il vantaggio di essere partito per primo”.

Pier Luigi Vinai, l’ultimo arrivato della compagnia? “Su Vinai è un po’ presto per pronunciarsi, è in campo da poco. Ma la Rete può dargli le possibilità per stupire gli elettori e recuperare il tempo, se possiamo dire, ‘perduto’”.

Susy De Martini? “La campagna di Susy de Martini non mi sembra particolarmente innovativa, ma d’altra parte lei si rivolge a un target ben preciso e anche questo può essere un più che rispettabile obiettivo elettorale”.

Uno slancio di sintesi, un voto per ciascuno candidato. Doria? 6,5. Musso? Anche per lui 6,5. Vinai? Ha appena iniziato a farsi largo sul web, lo valuteremo meglio nelle prossime settimane. De Martini? Per lei un 6.

Il punto di vista di chi sta fuori da gangli di questa città e la analizza solo attraverso il modo di fare campagna elettorale online è decisamente affascinante, tanto che viene voglia di approfittarne. Insomma ricontatteremo periodicamente gli analisti di elezioni.it chiedendo loro non solo valutazioni, ma anche suggerimenti da dare ai candidati per meglio presentare la loro campagna elettorale web 2.0.