Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elezioni Genova, moschea, Gronda e Municipi: le proposte della candidata Simonetta Saveri

Genova. “Abbiamo scelto di candidarci e chiediamo alle persone di dare il voto a queste piccole realtà che sono fondamentali nel nostro territorio, volti nuovi che chiedono di essere aiutati a crescere”. Queste le parole con cui Simonetta Saveri, candidata sindaco di Primavera Politica, ha dato il via alla conferenza stampa di stamattina, in cui ha trattato svariati argomenti, dalle elezioni comunali a quelle dei presidenti dei municipi.

“C’è bisogno di persone libere e noi siamo liberi da logiche di potere e di finanziamento perché è tutto fondato sulla gratuita e solidarietà. Ricordiamoci, queste non sono le elezioni nazionali, sono le elezioni comunali e dei municipi e sono necessarie realtà nuove radicate sul nostro territorio – ha proseguito – Sicuramente siamo per la libertà di culto e di religione, che è un valore per noi fondamentale. Per quanto riguarda la moschea riteniamo che il quartiere del Lagaccio e in generale che i quartieri residenziali non siano ancora idonei. Pensiamo a un territorio non residenziale, come il porto o l’ex mercato del pesce. Questo perché nella nostra città non sono mai stati fatti realmente percorsi di integrazione e dialogo interculturale, quindi non si può imporre alle persone una realtà culturale che ancora non conoscono. Ritengo che sia importante fare questi percorsi perché la conoscenza personale allontana la paura”.

Per ora Saveri dice sì alla moschea, anche se vorrebbe rivedere le dimensioni e soprattutto il luogo. Rispetto alla Gronda, invece, “abbiamo assunto una posizione che ritengo ragionevole. Sicuramente la gronda è una struttura imponente, la cui realizzazione durerà molti anni con grande impatto per i cittadini. Per noi quindi sarebbe meglio iniziare da opere meno invasive, come il nodo di San Benigno, il raddoppio della linea ferroviaria Voltri-Genova e l’aumento di treni metropolitani – ha dichiarato – Il nodo di San Benigno, fra l’altro, è la prima tappa del progetto Gronda, oltre che un lavoro autonomo, quindi cerchiamo di finire al più presto queste opere e vediamo quale impatto avranno sulla viabilità, poi vedremo con i cittadini se continuare con il progetto Gronda”.

Manca poco più di un mese alle elezioni amministrative, quindi il tempo incomincia a stringere. “In caso di ballottaggio vederemo – ha concluso Saveri – Decideremo entro questo mese a seconda di come andrà la campagna elettorale e di come si comporteranno gli altri candidati, non solo a livello di programmi e di valori, ma acnche di modo di fare politica. Quindi decideremo con gli iscritti che cosa fare, se dare o meno indicazioni di voto”.

La conferenza di oggi è stata anche l’occasione per parlare dell’inaugurazione della “Giornata di Primavera”, una vera e propria festa per le strade della città, organizzata nel primo giorno di Primavera. “I candidati hanno deciso di scendere nelle principali piazze di Genova per parlare con i cittadini e annullare quella distruttiva distanza che in questi anni ha caratterizzato la politica. A tutti i passanti è stato inoltre regalato un palloncino riportante la scritta “è arrivata la primavera”, che in poche ore ha colorato di verde le strade della città”, ha dichiarato la candidata di Primavera Politica.

Intanto sono anche stati presentati quattro dei nove presidenti municipali della Lista Primavera Politica per le Amministrative 2012: Enrico Pittaluga, 46 anni, imprenditore, candidato Presidente del Municipio Medio Ponente; Eugenio Boccardo, 20 anni, studente di Chimica, candidato Presidente del Municipio Centro Est; Lorenzo Briccolani, 24 anni, studente di Scienze Politiche, candidato Presidente del Municipio Valpolcevera; Matteo Dellepiane, 20 anni, studente di Economia candidato Presidente del Municipio Levante.