Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elezioni Genova, Maroni elogia Rixi e attacca sull’articolo 18

Genova. Roberto Maroni, deputato della Lega nord, ieri sera era a Genova per sostenere la candidatura di Edoardo Rixi. “Lo conosco bene, è un giovane che ha già molta esperienza e che ha le idee molto chiare – ha dichiarato – Noi così investiamo sul futuro. Siamo in grado di garantire i progetti, le idee e l’impegno per guidare Genova dopo tanti anni di malgoverno”.

L’ex ministro ha anche parlato di possibili alleanze con il Pdl e di articolo 18. “Siamo contrari alle cose che non funzionano”: lo ha detto l’ex ministro del Welfare, Roberto Maroni, questa sera a Genova per sostenere il candidato sindaco della Lega. “Se questa riforma servirà solo a rendere più rigido il mercato del lavoro perché coinvolgerà anche le imprese sotto i 15 dipendenti, ora escluse, e se non toccherà gli statali, non vedo francamente a cosa serva”.

Ed ecco la condizione per un possibile alleanza con il Popolo della Libertà. “Se domani il Pdl decide di togliere l’appoggio al Governo Monti, faremo l’accordo in ogni città, anche a Genova”: lo ha detto questa sera a Genova Roberto Maroni, sottolineando che la Lega è pronta a rilanciare la sua alleanza con l’ex alleato, basta che finisca l’appoggio a Monti. “Il governo Monti – ha detto Maroni – si è impegnato per la crescita. E’ vero, stanno crescendo le tasse, c’é la crescita della disoccupazione, la crescita del debito pubblico che è aumentato di 15 miliardi al mese da quando c’é questo Governo. Se questa è la crescita, era meglio prima. Quest’anno in Italia é previsto un meno 4% di crescita del pil, e fra un mese avremo la ‘paccata’ vera nella tasche dei cittadini, quando tutti dovranno pagare l’Imu”. Quanto alle amministrative, Maroni ha aggiunto: “Non sarà facile conquistare Genova, ma le sfide belle sono quelle difficili. La Lega vuole affermare il suo ruolo di partito guida in tutta la padania, lanciamo il progetto egemonico. Alle amministrative vogliamo diventare il primo partito del Nord”.