Comunali Genova, Tovo (Udc): “Per i municipi? Stesso modello che presentiamo in Comune” - Genova 24
Politica

Comunali Genova, Tovo (Udc): “Per i municipi? Stesso modello che presentiamo in Comune”

tovo

Genova. “Per i Municipi? Stesso modello che presentiamo in Comune. Un candidato presidente sostenuto da un’unica lista. Non abbiamo bisogno di confondere le acque. Nessuna altra proposta può essere presa in considerazione. Crediamo in questo progetto, e i municipi saranno parte attiva del e per il rilancio di Genova. Non sono invece convinto che il risultato per i municipi sia poi così scontato . In questi anni la gestione di alcuni municipi è stata abbastanza critica con cambi anche di maggioranze, gli elettori avranno alle urne la possibilità di scegliere qualcosa di nuovo, dopo aver provato entrambe gli schieramenti”, queste le affermazioni di Massimiliano Tovo, segretario cittadino dell’UDC di Genova in merito alle elezioni genovesi.

“Mi sembra che ci siano tutti gli elementi per un nuovo romanzo di Dan Brown: Opus Dei, Curia, intrighi di palazzo, poteri forti, scienza con II villaggio tecnologico, insomma non manca nessun presupposto, ma vorrei invece riportare l’attenzione sulle elezioni di Genova, vorrei che si parlasse di programmi! Chi non lo fa è perché evidentemente, non ha un programma credibile da presentare a questa città, e punta a costruire le solite ammucchiate, anche per mascherare crisi interne, una metodologia che noi abbiamo rifiutato e consegnato alla storia”, prosegue Tovo.

“C’è molta attenzione soprattutto verso l’elettorato moderato e da quanto apprendiamo non mancheranno targhe, targhette, specchietti per allodole, e chissà quali altre strategie saranno adoperate per sedurre e convincere proprio gli elettori moderati. Abbiamo già visto queste sceneggiate alimentate in passato dalle liste civetta con scarsi risultati non solo sotto il profilo elettorale, ma anche per gli effetti conseguenti che hanno determinato una vertiginosa disaffezione alla politica. Se si vuole convincere l’elettorato moderato, c’è solo una possibilità essere chiari e credibili. Il Terzo Polo con Enrico Musso ha scelto questa strada e si rivolgerà agli elettori con proposte e programmi nel segno della responsabilità, del cambiamento e del rilancio “, conclude.