Comunali Genova, Susy De Martini (La Destra): “Sì alle primarie del centrodestra” - Genova 24
Politica

Comunali Genova, Susy De Martini (La Destra): “Sì alle primarie del centrodestra”

Susy De Martini

Genova. “Per usare una frase cara ai Genovesi, direi che Scajola è venuto nel mio ‘carruggio’. E’ dall’inizio della mia campagna elettorale che faccio appelli all’unità degli onesti. Dunque la sua proposta di fare le primarie del centro destra mi trova completamente d’accordo”, sono queste le prime dichiarazioni di Susy De Martini, candidata sindaco de La Destra, rispetto alla proposta avanzata dall’ex ministro Claudio Scajola e – a quanto risulta da ricostruzioni di stampa – avvallata da Silvio Berlusconi.

Per Susy de Martini le dichiarazioni di Scajola sono “per una volta” condivisibili: “Meglio tardi che mai, si vede che dopo le brutte figure delle ultime settimana qualcuno nel Pdl inizia a rinsavire. Anche io concepisco la politica come inclusione, coinvolgimento e non esclusione. E anche io credo che la sinistra del mal governo, dei no Tav e dei parenti, piazzati nei consigli di amministrazione sia battibile”.

Poi, rispetto alle primarie: “Propongo anch’io di farle presto e senza tentennamenti. Ci sfidiamo sulle idee e poi ci contiamo; credo che a questo modo daremo nuova speranza ai Genovesi che non vogliono più soffrire per un ennesimo governo basato sulla clientela. Vogliamo rendere più bella, più sicura e più ricca Genova”.

E a proposito di Genova oggi De Martini si farà interprete del desiderio di tutti i Genovesi per bene: cancellare le scritte vergognose contro il giudice Caselli. Come aveva promesso il giorno in cui i muri della città erano stati sporcati sarà alle 16 di oggi in piazza Corvetto per cancellare le scritte. “Voglio fare la mia parte per cancellarle. E dare un segnale di civiltà da parte della Genova per bene: quella che è rappresentata dalla maggioranza”.

Oggi pomeriggio insieme ai Giovani del movimento che la sostengono, sarà in piazza Corvetto per iniziare l’opera: “Anche se ieri sera i soliti finti contestatori-veri delinquenti hanno ripetuto il raid in stazione Principe, non ci scoraggiamo e saremo ugualmente in piazza Corvetto. Personalmente attendo ancora la condanna delle violenze contro la nostra città da parte del candidato della sinistra, Marco Doria. Il suo silenzio sui gesti intimidatori e criminali getta un’ombra di preoccupazione, rispetto alla personalità di chi potrebbe un giorno fare il sindaco di questa città. Anche per questo la cosa migliore è battere la sinistra alle elezioni”.